Sondaggio Ixè-Agorà: 71% non si fida dei sindacati, per 51% “Renzi mi rappresenta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2014 12:20 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2014 12:30

ROMA – Sondaggio Ixè per Agorà del 3 ottobre 2014: il 71% degli intervistati non ha fiducia nei sindacati, il 51% si sente più rappresentato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi che da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Cobas.

Il tema caldo è il Jobs Act, il disegno di riforma del lavoro che ha in mente il governo, che prevede l’abolizione dell’articolo 18 e vede contrapposti Renzi e sindacati. Jobs Act che, peraltro, il 39% del campione intervistato dice di non aver capito. Mentre a dare un giudizio negativo è il 29%, contro il 32% che ne dà giudizio positivo.

Sulla questione quindi da chi si sente più rappresentato? Il 51% ha risposto “Renzi”, il 28% ha risposto “Il sindacato”. A domanda specifica sul sindacato, il 71% ha risposto di non averne fiducia, il 29% ha detto di averne fiducia.

Quanto alle intenzioni di voto, nessuna variazione significativa con il Pd al 40,2% Movimento 5 Stelle al 20,8% e Forza Italia al 15,7%. Lega Nord sempre su all’8,0%, Fratelli d’Italia 3,2%, Sel 2,5%, Nuovo Centrodestra 2,2%.

La fiducia nel governo è al 48%.

Sul comportamento di Renzi come segretario del Pd, per  il 37% è “autoritario e abusa del suo consenso”, per il 63% è “democratico e fa valere il suo consenso”.

Dall’altra parte c’è Forza Italia, e ai suoi elettori viene chiesto come dovrebbe comportarsi con Renzi. Per il 68% dovrebbe “sostenerlo nelle riforme”, mentre solo per il 29% dovrebbe “fare opposizione più dura”.

Nella classifica della fiducia nei leader, prendono punti tutti con Renzi primo al 49%, Napolitano al 39%, Grillo al 21%, Salvini al 20%, Berlusconi al 16% e Alfano al 13%.