Sondaggio Tecnè-Sky Tg24: M5S su, giù Pd e Pdl, centrodestra avanti di 1,1%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 settembre 2013 15:31 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2013 15:34
Sondaggio Tecnè-Sky Tg24: M5S su, giù Pd e Pdl, centrodestra avanti di 1,1%

Sondaggio Tecnè-Sky Tg24: M5S su, giù Pd e Pdl, centrodestra avanti di 1,1%

ROMA, 20 SET – Sondaggio Tecnè per Sky Tg24: cresce il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, cala il Pd, che comunque resta il primo partito perché cala ancora più nettamente il Pdl.

Questi i numeri nel dettaglio: consistente crescita del Movimento Cinque Stelle (+1,4% rispetto alla precedente rilevazione), un trend positivo che dura dalla fine di luglio.

Segno negativo, invece, per il Partito Democratico (-0,5%) che si conferma primo partito con 2,2 punti di vantaggio sul Pdl che perde l’1,5% rispetto alla scorsa settimana. In crescita Scelta Civica (+0,4%), Fratelli d’Italia (+0,2%) e Sel (+0,3%), mentre diminuiscono i consensi per la Lega Nord (-0,6%). Sale di poco l’Udc che torna sopra il 2%.

Tra le coalizioni è ancora in testa il centrodestra con il 33,6% delle indicazioni di voto, ma la flessione dell’1,6%
riduce il vantaggio sul centrosinistra a 1,1 punti. In crescita l’area di centro (+0,6%) mentre la sinistra che faceva riferimento a Rivoluzione Civile arretra, tornando ai livelli di febbraio.

Per quanto riguarda il borsino del governo, l’esecutivo continua a risentire delle tensioni e del clima negativo tra i partiti della maggioranza. Crescono, infatti, sia i giudizi positivi (+1,5%) che quelli negativi (+1,5%) e in questo momento le “grandi intese” sembrano dividere più che unire, dinamica che si era, invece, registrata nei primi mesi di vita dell’esecutivo. Questi i dati che emergono da un sondaggio Tecnè per Sky Tg24.

Questa settimana è stato nuovamente proposto al campione d’intervistati lo “scontro diretto” tra Renzi, Letta e Berlusconi. Rispetto a quindici giorni si confermano gli stessi rapporti di forza, ma si registra una crescita degli incerti in entrambe le ipotesi messe in campo (Renzi contro Berlusconi e Letta contro Berlusconi).

Berlusconi diminuisce i consensi sia nell’ipotesi che lo vede contro Letta (-3,4%) che quella che lo mette in campo contro Renzi (-5,3%), anche se ne Renzi, né Letta registrano una crescita rispetto a quindici giorni fa.

Nota metodologica: sondaggio realizzato il 19 settembre 2013; popolazione di riferimento: popolazione italiana maggiorenne; estensione
territoriale: territorio nazionale;metodo di campionamento e ponderazione: campione probabilistico articolato per sesso, età,
area geografica, ampiezza centri – margine d’errore +/- 3,1%; metodo di raccolta delle informazioni: telefonico con sistema Cati.