A piedi da San Francisco a Ground Zero: impresa del maratoneta Lambertucci

Pubblicato il 28 Gennaio 2012 17:56 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2012 20:59

TREIA (MACERATA) – Nuova impresa podistica del ''maratoneta di Dio'', Ulderico Lambertucci, il sessantaseienne di Treia, che corre per manifestare la sua fede nell'intento di essere messaggero di pace e dialogo.

Lambertucci percorrerra' a piedi 5.000 chilometri da San Francisco a New York, attraversando gli Usa 'coast to coast'. Il 6 febbraio partira' dalla Porziuncola Nuova di San Francesco, fedele riproduzione di quella originale in Umbria, voluta al vicesindaco di San Francisco, l'italo-americana Angela Alioto. La corsa si concludera' a maggio a 'Ground Zero', sacrario delle vittime degli attentati terroristici dell'11 settembre 2001.

Il maratoneta, che nella vita fa il costruttore, ha scoperto nel 1995 le sue doti inusuali. E' entrato nel Guinness dei primati per avere portato a termine 46 maratone in un solo anno. Con tre imprese in particolare ha cominciato ad abbinare fede religiosa e sport: i 1.600 chilometri percorsi tra il santuario di Loreto e quello di Lourdes nel 2002, gli oltre 3.000 per Santiago di Compostela e Fatima nel 2003, i 2.000 chilometri tra Roma e Czestochowa.

Il progetto piu' ambizioso portato a termine e' il pellegrinaggio, sempre a piedi, nel 2006 da Macerata a Pechino per rendere omaggio alla tomba del gesuita maceratese Matteo Ricci, che alla fine del XVI secolo porto' in Cina il Vangelo e le sue conoscenze scientifiche. Accompagnato da uno staff in camper, Lambertucci ha attraversato l'Europa dell'est e l'Asia centrale per un totale di 12mila chilometri.