Abbiati: “Gianluigi Donnarumma scelto dal Signore”

Pubblicato il 30 Novembre 2015 20:27 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2015 20:27

"Veniamo da due brutte stagioni e adesso abbiamo trovato la persona giusta e dobbiamo continuare così. Ha portato serenità, intensità negli allenamenti e non guarda in faccia nessuno. Gioca chi merita. Le esultanze di sabato con la panchina sono state molto belle, è il segno che siamo un grande gruppo".

Abbiati nella foto LaPresse

MILANO – Le dichiarazioni di Christian Abbiati alla vigilia della partita di Coppa Italia tra il Milan ed il Crotone. Il portiere dovrebbe tornare titolare per questa partita ma intanto spende parole di elogio per Gigio Donnarumma.

“Avete visto tutti le qualità che ha. Ha grandi margini di miglioramento ed è un ragazzo con la testa sulle spalle, è eccezionale. Deve solo pensare a questo lavoro e farlo al meglio. In pochi hanno queste doti a 16 anni. Il Signore ha guardato giù e gli ha detto ‘Tu devi fare il portiere’. Io sto bene, non ho ancora saltato un allenamento. A fine stagione vedremo”.

“Veniamo da due brutte stagioni e adesso abbiamo trovato la persona giusta e dobbiamo continuare così. Ha portato serenità, intensità negli allenamenti e non guarda in faccia nessuno. Gioca chi merita. Le esultanze di sabato con la panchina sono state molto belle, è il segno che siamo un grande gruppo”.

“E’ importante non sottovalutare l’avversario, stanno dando continuità ai loro risultati, è importante entrare con lo spirito giusto. E’ bello vincere la Coppa Italia, come tutti i trofei. Bisogna dargli la giusta importanza, a maggior ragione avendo solo due competizioni”.

“Dobbiamo dare continuità ai risultati. Niang? Ha grandi qualità ed è giovane. Deve mettersi a disposizione della squadra, dipende da lui. Con il tempo prenderà sempre più professionalità. E’ importante che capisca che può diventare fondamentale per la nostra squadra”.