Contratto calciatori, Abete: “Prima di nominare un commissario chiederò il parere dell’Alta Corte di Giustizia del Coni”

Pubblicato il 10 Novembre 2010 14:34 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2010 14:34

Prima di nominare un commissario per dirimere la vicenda del contratto dei calciatori il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete chiederà un parere all’Alta Corte di Giustizia presso il Coni.  Parere, spiega lo stesso dirigente, che servirà  per chiarire quali sono le funzioni da delegare al commissario e gli effetti del suo lavoro.

“L’ipotesi del commissario ad acta, dopo quanto accaduto, è la più plausibile e gettonata, nel frattempo la Figc continuerà ad attivarsi per verificare se ci sono le condizioni per la ripresa del dialogo fra Assocalciatori e Lega di Serie A – le parole del presidente Giancarlo Abete nel corso di una conferenza stampa in Federcalcio -. Sono convinto che l’Aic rispetterà la sospensione dello sciopero fino al 30 novembre come aveva dichiarato. Non ho motivo di ritenere che cambi idea e quindi questo mese può essere utilizzato per arrivare ad un nuovo accordo. I tempi stringono ma il tempo c’è . Detto questo ci stiamo indirizzando verso la nomina del commissario ad acta che è la strada più plausibile e gettonata”.