Brasile, Adriano: “O smetto di impelagarmi in queste mancanze o non giocherò più”

Pubblicato il 5 settembre 2012 9:47 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2012 9:56
Adriano_Flamengo

Adriano (LaPresse)

RIO DE JANEIRO (BRASILE) – Dopo l’ennesima bravata, in cui non si è presentato agli allenamenti del Flamengo, durante i quali è stato sorpreso in una favela, comprando birra e restando coinvolto in un incidente d’auto, Adriano ha riunito oggi la stampa e ammesso: “So che è definitivamente la mia ultima opportunità. O la smetto di impelagarmi in queste mancanze o non giocherò più”.

“So che sarò sanzionato e che mi comporto male con queste assenze”, ha assicurato l’attaccante che, in precedenza ha chiesto scusa ai dirigenti del club e si è riunito con i suoi compagni di squadra. Adriano ha anche affermato: “Devo fare di tutto, affinché tutto ciò non si ripeta”.

Il direttore esecutivo del Flamengo, Zinho ha rivelato in merito: “L’ho visto francamente pentito. Sono molto preoccupato per lui perché sto facendo ogni sforzo possibile per recuperarlo come essere umano. Mi sento molto triste per ciò che gli accade”.