Aguero, mano sulle spalle della guardalinee per protestare: è nella bufera VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 19 Ottobre 2020 11:52 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2020 11:52
Aguero, mano sulle spalle della guardalinee per protestare: nella bufera VIDEO

Aguero, mano sulle spalle della guardalinee per protestare: è nella bufera (foto da VIDEO YouTube)

Aguero è finito nella bufera per aver messo una mano sulle spalle della guardalinee in segno di protesta.

Il Manchester City ha vinto 1 a 0 contro l’Arsenal con gol di Sterling ma la squadra di Guardiola è finita nella bufera per il gesto di Aguero nei confronti della guardalinee.

Infatti il calciatore argentino ha violato il regolamento mettendo letteralmente le mani addosso alla guardalinee. La violazione è stata accentuata dal fatto che la guardalinee era donna.

Il regolamento della Premier League tutela gli arbitri vietando ai calciatori di toccarli in qualsiasi maniera (sia lieve che ovviamente decisa).

Inoltre il gesto del Kun non era amichevole ma era una protesta per una rimessa laterale che non gli era stata assegnata.

Ai calciatori della Premier League, ma anche a quelli italiani, è vietato categoricamente cercare il contatto fisico con gli arbitri ed i guardalinee per protestare. 

A tutto questo va aggiunto il fatto che, essendo una donna, nei media inglesi c’è chi ha parlato addirittura di violenza nei confronti di una donna. Insomma, il Kun è stato accusato, senza mezzi termini, di sessismo. 

Ma Aguero è stato difeso a spada tratta dal suo allenatore. Guardiola se l’è presa con i giornalisti che gliel’hanno chiesto e ha tagliato corto dicendo: “Pensate ad altro…”. 

In realtà era questo l’argomento del giorno perché City Arsenal ha offerto pochissimo dal punto di vista tecnico mentre questo gesto non regolamentare non può passare inosservato.

Gesto che ha scatenato una vera e propria bufera sui social network perché l’arbitro non è andato in difesa della sua guardalinee e non l’ha nemmeno ammonito.

Alcuni tifosi chiedono la prova tv per punire l’argentino, vediamo che decisione prenderà il giudice sportivo inglese… (video YouTube).