Alberto Menegatti, campione di surf italiano trovato morto in albergo a Tenerife

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2015 10:31 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2015 10:31

TENERIFE – Alberto Menegatti è stato trovato morto la sera del 23 febbraio nella sua camera d’albergo a Tenerife. Menegatti, campione italiano di surf, avrebbe compiuto 30 anni il prossimo aprile. A trovare il corpo privo di vita i suoi compagni di squadra e amici, preoccupati perché il campione aveva saltato l’allenamento quotidiano.

Secondo una prima ricostruzione, il giovane sarebbe morto per un malore, ma si attendono i risultai dell’autopsia sul corpo. Menegatti, vicecampione del mondo nella specialità funboard nel 2013, aveva ottenuto anche cinque titoli a livello italiano ed era stato campione europeo e del mondo juniores.

Si era poi preso, secondo quanto riferisce il Windsurf Journal, un anno sabbatico per rientrare in questa stagione. Immediato il cordoglio del mondo del windsurf. L’Associazione windsurfer professionisti ha commentato:

“Alberto mancherà tristemente a tutti quelli che l’hanno conosciuto. I nostri pensieri sono con la sua famiglia e gli amici in questo momento difficile”.

(Foto Facebook)

5 x 1000