Alfio “Coco” Basile cacciò Papa Francesco dallo spogliatoio del San Lorenzo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2014 19:23 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2014 19:23
Alfio "Coco" Basile cacciò Papa Francesco dallo spogliatoio del San Lorenzo

(LaPresse)

SAN LORENZO, ARGENTINA – Papa Francesco e la passione per il calcio che lo portò ad essere cacciato via dallo spogliatoio del San Lorenzo dall’ex ct dell’Argentina Alfio Basile. Ne parla Il Corriere dello Sport in un articolo che riportiamo di seguito per la nostra rassegna stampa online.

“L’ex ct dell’Argentina Alfio ‘Coco’ Basile è una miniera di aneddoti e ne ha raccontato uno particolarmente gustoso intervenendo nel programma ‘Linea de Tiempo’ della tv pubblica del suo Paese. Quando allenava il San Lorenzo de Almagro, nel 1998, cacciò dagli spogliatoi un sacerdote che era di solito recarsi dai giocatori prima delle partite, per benedirli. Quel prete è l’attuale Pontefice, Jorge Bergoglio, grande tifoso ‘cuervo’ e socio del club.

“Stavamo per entrare in campo e vidi che che c’era un prete negli spogliatoi – ha raccontato Basile -. Dissi di cacciarlo perché non volevo che i miei venissero distratti, dovevano mantenere la giusta concentrazione. Poi chiesi chi fosse quel sacerdote, e il presidente Miele mi rispose che veniva sempre per salutare la squadra prima di ogni partita. Ma io non volevo nessuno negli spogliatoi, e chiesi di farlo uscire”.

Basile poi non aveva ricollegato quell’episodio al Papa ma, ha continuato il racconto il tecnico, un mese dopo che monsignor Bergoglio era diventato Papa Francesco, l’ex ct argentino ha incontrato Fernando Miele. “L’ho trovato in un ristorante – ha rivelato Basile – e lui mi ha subito chiesto ‘hai visto chi è il Papa?’. Io gli ho risposto di sì, e che tutto il mondo sapeva che era argentino. E lui ha replicato. ‘No, è Bergoglio, lo stesso sacerdote che facesti cacciare dallo spogliatoio”.”.Non ne avevo idea, devo andare a Roma per raccontarglielo”, ha concluso scherzando il Coco”.