Allegri e Ambra Angiolini, prove di convivenza. Intanto la figlia Valentina sparisce dai social… ecco perché

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Settembre 2019 14:51 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2019 14:51
Allegri Ambra Angiolini convivenza Valentina lascia Instagram

Allegri nella foto Ansa

BRESCIA – La relazione sentimentale tra l’allenatore Massimiliano Allegri e l’attrice Ambra Angiolini procede a gonfie vele. Il prossimo importante passo della coppia sarà la convivenza, resa possibile anche dal fatto che Allegri, non allenando, ha più tempo a disposizione rispetto ai ritmi serrati che gli imponeva la Juventus. L’ex allenatore bianconero e Ambra, stando a quanto scritto da “Chi”, vivranno nella casa dell’attrice a Brescia. 

Ma nelle ultime ore, sui social, non si parla solamente di Max e Ambra ma anche della figlia dell’allenatore Valentina. La figlia dell’ex allenatore della Juventus era una vera e propria influencer visto che vantava più di un milione di follower su Instagram ma all’improvviso, senza dare alcuna spiegazione, si è cancellata dai social network. 

Valentina Allegri che è stata protagonista anche di alcuni servizi giornalistici su riviste di gossip grazie alla sua relazione sentimentale con Piero Barone, uno dei componenti del gruppo musicale “Il Volo”. 

Chi spiega i motivi che avrebbero indotto Valentina Allegri a togliersi dai social network. Il settimanale parla di una lite tra Allegri e la figlia, al termine di questo diverbio l’ex allenatore della Juventus avrebbe convinto Valentina a fare come lui, cioè a togliersi dai social network. 

Massimiliano Allegri, ecco cosa dichiarò quando si tolse dai social network prima della figlia. 

Ecco cosa dichiarò Massimiliano Allegri al momento della sua cancellazione dai social network: “Usavo poco i social – ha detto Allegri a Sky Sport – e ora che sono uscito c’è stato un pandemonio. Poi in questi giorni si parlava di come a Monza uno faceva il finto ginecologo adescando le ragazzine su Instagram. Sono problematiche serie…”.

“Reputo utili i social, ma una volta che ce l’hanno tutti è un disastro. Credo sia come dare un mitra in mano a chi va a fare la guerra. Se i social vengono dati a persone che, poverine, erano da un’altra parte quando veniva distribuita l’intelligenza…” (fonti Chi e Fox Sports).