Amauri alla Fiorentina, Natali: "Arrivo graditissimo"

Pubblicato il 20 Gennaio 2012 0:00 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2012 23:04

FIRENZE, 19 GEN – ''Amauri? Un arrivo graditissimo e funzionale per la nostra squadra, e' un attaccante forte e potente''. Cosi' la Fiorentina, attraverso il suo difensore Cesare Natali, da' il benvenuto al'attaccante brasiliano che dopo l'esperienza in chiaroscuro con la Juventus s'appresta fino a giugno a vestire la maglia viola.

Con le cessioni di Gilardino al Genoa e di Santiago Silva al Boca Juniors (oggi la presentazione in Argentina), la Fiorentina e' rimasta senza un centravanti di ruolo, considerando anche che Babacar, gia' assente in questo ultimo periodo per problemi fisici, dovra' fermarsi ancora per tre settimane avendo riportato ieri, durante la semifinale d'andata di Coppa Italia Primavera contro la Juve, una distorsione alla caviglia con interessamento capsulo/ligamentoso.

La presentazione ufficiale di Amauri, che a giugno sara' libero di scegliere dove proseguire la carriera, e' slittata agli inizi della prossima settimana, probabilmente lunedi', per questioni di natura familiare: la moglie del giocatore sta infatti per partorire. Per il resto sono stati definiti in queste ore anche gli ultimi dettagli tra lo stesso attaccante e la Juventus. Restando al mercato, uno dei giocatori piu' accostati in questi giorni ai viola per il centrocampo, lo sloveno del Palermo Bacinovic, appare destinato ad accasarsi al Padova. Tra i nomi che continuano a circolare ci sono quelli di Candreva, Parolo e Palombo, e nelle ultime ore e' tornato ad essere accostato alla Fiorentina anche quello del romanista Pizzarro.

Nel frattempo la squadra viola continua a prepararsi per la trasferta di Cagliari: questo pomeriggio ha disputato a porte chiuse una partitella con i dilettanti del Firenze Ovest, contro cui sono andati a segno fra gli altri Jovetic, Ljajic e Cerci. Poi da questa sera tutti in ritiro anticipato in un albergo alle porte della citta', come era gia' accaduto in questa stagione dopo il ko con il Palermo: ''Abbiamo perso in casa contro l'ultima in classifica, abbiamo sbagliato partita – ha ammesso Natali intervenendo a Radio Blu – Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e pensare di salvarci il prima possibile. Il ritiro? Non e' stato imposto dalla societa', e' un'idea partita dall'allenatore che noi giocatori abbiamo accettato in quanto professionisti. Il ritiro non e' massimo ma lo accettiamo''.

Natali, in scadenza di contratto, ha infine ammesso che al momento non ci sono le condizioni per un rinnovo con la Fiorentina, definendo voci quelle che lo accostano da tempo al Milan.