Ancelotti: “Voglio parlare in inglese, ma per oggi parlate piano”. Prima conferenza stampa da allenatore del Chelsea. L’ex tecnico rossonero scherza su Mourinho: “I don’t know special one”

Pubblicato il 6 Luglio 2009 18:45 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2009 18:45

Prima conferenza stampa per Carlo Ancelotti da nuovo allenatore del Chelsea. «Sono felice di iniziare questa nuova avventura e voglio parlare in inglese, ma per oggi parlate piano». Così ha iniziato il suo discorso l’ex tecnico rossonero che si è presentato in sala stampa tenendo in mano la maglia della sua nuova squadra con il suo nome. Spazio anche per alcune battute. Prima sul capitano del Chelsea: «John Terry è il simbolo, non so se sarà lui il capitano. Non esiste nessun prezzo per lui, perché sarà il capitano per sempre». Poi sull’ex allenatore Jose Mourinho, Ancelotti scherza: «I d0n’t know “Special One”».

Ancelotti ha poi dichiarato di puntare a vincere la Champions League ma non si sbilancia riguardo la campagna trasferimenti in particolare sulle voci degli eventuali arrivi di Pirlo e Pato. «Il mercato è ancora lungo – ha concluso Ancelotti – ma il Chelsea è già una buona squadra per vincere. Zhirkov? Lo conosco molto bene. Deco e Carvalho? Prenderemo la decisione giusta. Il Chelsea è una grande squadra, se si può migliorare bene, ma se non è possibile abbiamo possibilità di vincere già così».