Anche i ricchi vendono: Moratti fa “ciao” a Ibrahimovic. La Roma “povera” piazza Vucinic a Londra?

Pubblicato il 17 Luglio 2009 17:53 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2009 18:54

121612_LB107_APAnche i ricchi vendono e quindi Moratti regala un pubblico “Ciao” ad Ibra. Il giocatore più forte dell’Inter è in partenza per Barcellona, la trattativa è ufficialmente aperta. Insomma non si discute più il “se” ma si contratta sul “quanto”. Un quanto che, per ammissione di Moratti presidente interista è tanto: «L’importante offerta economica c’è».

C’è, anzi ci sarebbe anche un giocatore in cambio di Ibra: l’attaccante camerunense Eto’o. Ma Eto’o sul calcio mercato viene valutato più o meno un quarto di Ibra, scarsi venti milioni di euro. Il resto, sessanta, l’Inter li vuole cash. Quasi cinquanta sono stati promessi dal Barcellona o almeno a cinquanta il Barcellona ha fatto capire di poter arrivare. E quindi si tratta, per vendere. Senza Ibra sarà un’Inter tutta da scoprire, ma questo sarà croce e delizia dei suoi tifosi e avversari. La notizia, la vera e nuova notizia, è che anche Moratti vende e vende i pezzi migliori, dopo un decennio in cui aveva comprato per circa mille miliardi di vecchie lire.

Vendono, anzi provano, sperano di vendere anche i poveri, i nuovi poveri del calcio. Si racconta infatti di un’offerta di 23 milioni del Chelsea per Vucinic e di circa altrettanti del Liverpool per Aquilani. Non devono essere cifre ancora ufficialmente messe nero su bianco, altrimenti per 40/50 milioni complessivi la Roma avrebbe già mandato in Gran Bretagna i due.