Anche Israele si appropria di Balotelli: "Uno di noi"

Pubblicato il 1 Luglio 2012 16:32 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2012 16:32

TEL AVIV, 1 LUG – Mario Balotelli protagonista sulla stampa israeliana. Nel giorno della finale di Euro 2012 tra Spagna e Italia, i giornali si soffermano in particolare sulle origini ebraiche della madre adottiva dell'attaccante azzurro. ''E' uno dei nostri'' scrive con tono trionfale il tabloid Yediot Ahronot in prima pagina e nella copertina del proprio supplemento. Maariv non e' da meno quando presenta ai lettori la madre adottiva, descrivendola come la ''Yiddishe-Mama di Super Mario'': con questo termine si indica un carattere oltremodo premuroso e protettivo tipico appunto – almeno nella letteratura yiddish degli ebrei dell'Europa orientale – delle madri ebree.

Nei servizi viene riferito della commozione generale provata dai giocatori della squadra azzurra durante la visita ai campi di sterminio nazisti di Auschwitz-Birkenau (Polonia) e della eco seguita alla diffusione della notizie relative al retaggio ebraico della famiglia adottiva di Balotelli. I giornali precisano che questi e' stato di conseguenza preso ulteriormente di mira da un sito web xenofobo che gli ha consigliato di ''andare a giocare nella nazionale israeliana''. Yediot Ahronot aggiunge che la sorella di Balotelli, Cristina, ha seguito di recente un corso accademico nell' Istituto inter-disciplinare di Herzlya, a nord di Tel Aviv, e che la sua famiglia ha in Israele alcuni parenti ''i quali si sono impegnati a tifare Italia''. ''Insomma – conclude il giornale – e' uno dei nostri''.