Anelka, il gesto della “quenelle” gli può costare la carriera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2014 14:05 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2014 14:05
Anelka, il gesto della "quenelle" gli può costare la carriera

Anelka e il gesto della “quenelle”

LONDRA – È attesa per oggi pomeriggio la sentenza sul caso quenelle-Anelka. Il centravanti del West Brom rischia di concludere la carriera anzitempo.

Secondo le indiscrezioni trapelate dal club inglese, Nicolas Anelka ha intenzione di presentare appello contro la squalifica, che come minimo lo terrà lontano dai campi per cinque turni. Sostenendo che la sua esultanza con la quenelle non contenesse alcun significato anti-semita, Anelka continua a ritenersi vittima di un provvedimento ingiusto. Da qui la sua determinazione a contestare la sospensione in vista.

Ma i regolamenti inglesi prevedono il raddoppio automatico della squalifica in caso di appello respinto. Così il West Brom, che avvierà un’inchiesta interna non appena si concluderà quella svolta dalla Federcalcio, ha chiesto al giocatore di non appellarsi. Ma qualora Anelka decidesse diversamente, il club potrebbe anche rescindere anticipatamente il contratto, ponendo di fatto fine alla stessa carriera calcistica del francese.