Sport

Anna Frank, Irriducibili rinunciano a trasferta Bologna: “Teatro mediatico”

curva-nord-lazio

Un’immagine della Curva Nord della Lazio

ROMA – “Gli Irriducibili Lazio si vedono costretti a rinunciare alla trasferta di Bologna per non essere complici di questo ‘teatro mediatico’ delle ultime ore”. È quanto si legge in una nota diffusa dal gruppo organizzato dei tifosi biancocelesti, riferito a quanto sta accadendo dopo l’episodio degli adesivi antisemiti – Anna Frank con la maglia della Roma – nella Curva Sud dell’Olimpico.

“Il nostro usuale modo di tifare, oggi, potrebbe esser mal interpretato da chi vuole danneggiare ulteriormente la Lazio e I suoi tifosi – si legge nella nota riportata da cittaceleste.it – In un momento così particolare invitiamo tutti I tifosi della Lazio a cercare di non prestare il fianco ad ulteriori strumentalizzazioni, ricordando che per noi il bene della Lazio è assoluto e primario”.

Sul caso è intervenuto anche Diabolik, il leader degli Irriducibili. “Il gesto di quei ragazzi, giovanissimi, andava circoscritto nell’ottica del tifoso” perché “hanno fatto una ca…ta senza pensare che potevano offendere – ha detto in radio a ‘La voce della Nord ‘ -. Non ci dissociamo da ciò di cui non siamo responsabili». Poi ha promesso di impegnarsi «perché anche fatti come questi vengano estirpati”.

Salgono a 16 gli identificati

Sono 16, al momento, le persone identificate dalla polizia. Il lavoro sulle telecamere interne allo stadio svolto da Digos, Scientifica e del commissariato Prati, ha portato all’individuazione anche di tre minori, di cui uno di soli 13 anni che non è imputabile. È attesa per oggi a piazzale Clodio una nuova informativa che sarà all’attenzione del procuratore aggiunto Francesco Caporale titolare dell’indagine in cui si ipotizza il reato di istigazione all’odio razziale.

Dalla bacheca Facebook di Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli riporta sulla sua bacheca Facebook uno scambio di messaggi tramite Messenger con un tifoso laziale (riportando anche nome e cognome) dove quest’ultimo mette nero su bianco un coro antisemita: “COME LE SS COL GRILLETTO FACILE/ENTRIAMO SENZA BUSSARE/COME NELLA SOFFITTA DI AMSTERDAM/PERCHE’ DOBBIAMO TROVARE QUELLA BUGIARDA DI ANNA FRANK”.

To Top