Antonio Cassano: “Rinuncio a 4 milioni. Se non mi vuole nessuno smetto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Gennaio 2015 9:08 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2015 9:08
Antonio Cassano (foto Ansa)

Antonio Cassano (foto Ansa)

ROMA – “Mi sono tolto da un’agonia” dice, intervistato da Tiki Taka su Italia 1, Antonio Cassano dopo aver rescisso il contratto con il Parma: “Non avevo problemi né con la città né con i miei compagni. Ho solo messo fine a una presa per il c… che dura da 7 mesi, durante i quali non abbiamo visto lo stipendio. Perciò non ho problemi a dire che rinuncio a 4 milioni: dopo 15 anni di carriera non ne voglio più sapere”.

“Ero arrivato a un punto di non ritorno, sono stanco. Mi spiace per i tifosi, che ci hanno sempre fatto lavorare bene e non ci hanno mai rotto le scatole” continua Fantantonio, “Se arriva una proposta che vale la pena, bene. Sennò aspetterò giugno e, se ancora non sarà spuntato nessuno, penserò anche ad appendere le scarpette al chiodo”. “Il calcio serio è qui – continua Cassano – a Dubai o negli Stati Uniti ci andrei a 40 anni, non a 32. Sto ancora bene mentalmente e fisicamente. E ho la fortuna di non avere bisogno di soldi e di poter rinunciare a cifre di questo genere”.