Antonio Conte a Gigi Buffon: “Non capisci mai un c…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Novembre 2015 17:59 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2015 17:59
Antonio Conte a Gigi Buffon: "Non capisci mai un c..."

Antonio Conte a Gigi Buffon: “Non capisci mai un c…” (foto di repertorio Ansa)

TORINO – Chi lo avrebbe detto che Antonio Conte avrebbe sbottato contro Gigi Buffon, capitano della sua Juve dei record (e attualmente capitano della nazionale guidata proprio da Conte). Sbottato fino al punto di dirgli “Tu non capisci un cazzo”. Il retroscena è raccontato sul libro “Metodo Conte”, dello scrittore Alessandro Alciato. Ecco l’episodio in questione, riportato su la Gazzetta dello Sport:

Buffon: “Mister, scusi un istante, il direttore (Marotta, n.d.r.) vuole fare chiarezza sulla questione dei premi da pagare alla squadra, dopo la vittoria dello scudetto”

Conte: “Mi avete rotto! Rotto, capito? E adesso andate tutti fuori dalle palle. Fuori, non voglio più vedervi. Fuori, ho detto!”.

Buffon: “Ma, mister…”.

Conte: “Zitto Gigi, da quella bocca non deve più uscire una parola. Non me lo far ripetere. Proprio da te non me lo sarei mai aspettato. I premi… Ma pensa te, ’sti stronzi. Gigi, tu sei il capitano. E non capisci niente di niente, anzi diciamolo proprio, tu non capisci un cazzo. Sei una delusione, una sconfitta appena apri la bocca. Tu come tutti questi altri deficienti”.

Stefano Salandin su Tuttosport racconta invece il contesto in cui è avvenuta questa sfuriata (sempre tratto dallo stesso libro):

«17 maggio 2014, metà mattina, centro sportivo di Vinovo. Nel quartier generale della squadra, alla periferia di Torino, sembravano tutti felici. I giocatori, già campioni d’Italia nonostante la Serie A dovesse ancora finire. […] L’allenatore, così così. Contento ma non troppo tranquillo: lui voleva di più. La prima riga della classifica del campionato, cioè l’unica che nella sua testa contasse veramente, recitava: Juventus 99 punti. Novantanove, un’enormità. Il giorno successivo si sarebbe giocata l’ultima partita della stagione, in casa contro il Cagliari, e Conte rimuginava. […] “Dobbiamo entrare nella storia, più di 100 punti in Italia non li ha mai conquistati nessuno. E pure in Europa…” […] Quindi, quello Juventus-Cagliari non poteva essere preso sottogamba».