Antonio Conte a Torino, era allo stadio per parlare con il Milan o con Petrachi in chiave Roma?

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 28 Aprile 2019 23:08 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2019 9:40

Antonio Conte a Torino, era allo stadio per parlare con il Milan o con Petrachi in chiave Roma? (fermo immagine Sky Sport)

TORINO – Sui social, non è passata inosservata la presenza di Antonio Conte sugli spalti dello Stadio Olimpico di Torino per il big match di giornata tra granata e Milan. Nelle ultime ore, Conte è stato accostato con insistenza alla panchina della Roma ma nei mesi scorsi era stato indicato anche come possibile sostituto di Gattuso in caso di esonero del tecnico calabrese.

Antonio Conte corteggiato da Milan e Roma. L’ex tecnico del Chelsea a colloquio con Petrachi.

Dopo la disfatta di Torino, la panchina di Gattuso è tornata a traballare pericolosamente ed il suo destino è legato alla qualificazione in Champions League del Milan, obiettivo che ad oggi sta sfumando perché i rossoneri sono stati superati dai giallorossi in classifica. Conte piace sia alla Roma che al Milan quindi la sua presenza a Torino ha destato non poca curiosità da parte di entrambe le tifoserie. 

Cosa ci fa Conte a Torino? E’ lì per parlare con il Milan, con Petrachi in chiave Roma o con entrambe? Stando ad informazioni provenienti dalla Capitale, Conte avrebbe parlato con Petrachi in chiave Roma. L’attuale direttore sportivo del Torino sarebbe stato scelto da James Pallotta come nuovo direttore sportivo della Roma. L’argomento del suo passaggio dal Torino alla Roma è stato oggetto di polemiche e lite tra Petrachi ed il suo attuale presidente Urbano Cairo. 

Insomma, manca l’ufficialità, perché il campionato è ancora in corso e Roma e Torino si stanno giocando la qualificazione alla prossima Champions League, ma salvo imprevisti, Petrachi sarà il nuovo direttore sportivo dei giallorossi. A lui l’incarico di convincere Antonio Conte a trasferirsi nella Capitale.

Intanto, Francesco Totti, che lo ha paragonato a Fabio Capello per mentalità vincente, è pronto ad accoglierlo a braccia aperte. Anche Ranieri, attuale tecnico dei giallorossi, ci ha scherzato su: “Se viene Conte, sarei felicissimo. Andrei a prenderlo all’aeroporto”. La battuta di Ranieri è frutto dell’orgoglio del tecnico o è un invito perché l’ex allenatore del Leicester diventerà il prossimo direttore tecnico della Roma? Lo scopriremo tra quattro giornate, quando il campionato sarà finito e sarà tempo di tirare le somme.