Antonio Insigne, minacce di morte all’arbitro: squalificato per 4 giornate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Gennaio 2020 13:24 | Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2020 13:24
Antonio Insigne, minacce di morte all'arbitro: squalificato per 4 giornate

Antonio Insigne

NAPOLI – Antonio Insigne, fratello del capitano del Napoli Lorenzo, è stato squalificato per 4 giornate dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata nel match tra la sua squadra, il Villa Literno, e i Boys Caivanese. L’attaccante, come ha riportato il Giudice Sportivo, avrebbe offeso e minacciato di di morte per l’arbitro dopo l’espulsione.

Durante Villa Literno-Boys Caivanese, match del campionato di Promozione campano, Insigne è stato espulso. L’attaccante, già ammonito, è stato allontanato dal campo dal direttore di gara per proteste. Da quanto si evince dal referto, Antonio Insigne “dopo essere stato ammonito, si rivolgeva al direttore di gara dapprima offendendolo e successivamente minacciandolo di morte”. Ancor più dura la “pena” da scontare per l’allenatore in seconda del Villa Literno Aniello Tamburino che “a seguito della notifica dell’espulsione al calciatore Insigne, dapprima offendeva il direttore di gara e successivamente lo minacciava di morte”. Per lui squalifica fino al 2 marzo. (fonte: SPORT CAMPANIA).