Antonio Picci dopo l’intervista virale: “Mia madre non mi parla da 20 giorni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Novembre 2019 14:24 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2019 14:24
Antonio Picci a Radio 24 dopo l'intervista virale: "Mia madre non mi parla da 20 giorni"

Antonio Picci durante la celebre intervista (foto da video YouTube)

ROMA – “Mia madre non mi parla più da 20 giorni. Se l’è presa sul serio: adesso la fermano al mercato di Bari e tutti le chiedono perché non voleva suo figlio in casa”. Continua a far parlare di sè Antonio Picci, attaccante della Vigor Trani, squadra di Eccellenza pugliese, a Uno, nessuno,100Milan su Radio 24. Picci ha raccontato della sua improvvisa popolarità, dopo che una sua intervista ad una tv locale è diventata virale su internet.

Dopo un goal decisivo in rovesciata, Picci dichiarava di essere l’attaccante più forte in circolazione, anche se fino a qualche mese prima nessuna società lo voleva tesserare, tanto che “nemmeno sua madre lo voleva in casa”. “Ho sempre fatto gol in qualsiasi categoria in cui ho militato – continua Picci a Radio 24 – Lo dicono i numeri. Ho avuto anche una parentesi in serie B a Brescia che è una città che amo, anche se lì ho segnato solo due gol perché ho trovato poco spazio.

Ho già segnato 11 gol in questo momento della stagione. Logicamente nell’intervista che sta spopolando sul web, in cui dico che sono il più forte, mi riferivo alle mie categorie. Mi reputo un persona troppo competente a livello calcistico per dare messaggi del genere. Io sono una persona passionale. Però quest’estate meritavo maggiori attenzioni a livello di categorie minori e questo mi ha fatto salire la rabbia. Il mio messaggio era riferito agli addetti ai lavori dei campionati minori”. (Fonte Radio 24).