Arbitro insulta figlio Daniel, Paolo Maldini reagisce e viene inibito: Milan presenta ricorso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 novembre 2018 19:51 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2018 19:52
Arbitro insulta figlio Daniel, Paolo Maldini reagisce e viene inibito: Milan presenta ricorso

Arbitro insulta figlio Daniel, Paolo Maldini reagisce e viene inibito: Milan presenta ricorso (Ansa)

MILANO – Paolo Maldini è stato inibito fino al 15 novembre. L’ex difensore ha rimediato la prima sanzione in veste da dirigente del Milan, punito dal giudice sportivo dopo la partita della Primavera contro il Chievo, per essere entrato nello spogliatoio dell’arbitro, “sebbene non autorizzato dal medesimo”, e avergli rivolto “un’espressione offensiva”.

La partita, persa dai rossoneri in casa per 2-0, ha avuto una coda pesante anche per Andrea Conti, tornato in campo con la Primavera per mettere minuti nelle gambe dopo oltre un anno di stop: il difensore è stato squalificato per tre giornate per aver a fine gara impedito all’arbitro di chiudere la porta del suo spogliatoio, che ha colpito con due pugni, e per avergli rivolto “un’espressione ingiuriosa ed elevato grida che cessavano solo dopo i numerosi inviti del medesimo Direttore di gara”.

Il Milan presenterà ricorso contro l’inibizione a Paolo Maldini fino al 15 novembre e la squalifica di tre giornate per Andrea Conti, decise dal giudice sportivo dopo la partita valida per il campionato Primavera contro il Chievo. È quanto fa sapere il club rossonero. Punta anche sull’atteggiamento “di scherno” dell’arbitro Andrea Colombo con i giocatori, “grave e pesante”, perché rivolto verso dei minorenni, la difesa del Milan che domani davanti alla Corte federale d’appello sosterrà il ricorso contro le sanzioni del giudice sportivo del campionato Primavera al dirigente Paolo Maldini (inibito fino al 15 novembre), e al difensore Andrea Conti (tre turni di squalifica), puniti per le proteste con il direttore di gara dopo la partita contro il Chievo.

Il Milan non commenta le indiscrezioni circolate nelle ultime ore. Secondo alcune ricostruzioni, l’arbitro classe 1990 di Como durante la partita si sarebbe rivolto a un giocatore prendendolo in giro per l’apparecchio ai denti, un altro lo avrebbe definito “grasso” e avrebbe avuto un atteggiamento di scherno anche nei confronti di Daniel Maldini, il figlio del dirigente rossonero.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.