Atalanta-Real Madrid, furia Gasperini, Freuler espulso per un contrasto: “Un suicidio del calcio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Febbraio 2021 8:49 | Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio 2021 13:05
Atalanta-Real Madrid

Atalanta-Real Madrid (Ansa)

Atalanta-Real Madrid, furia Gasperini. Resta la soddisfazione per aver giocato alla pari con i Blancos sia pur per quasi tutta la partita in inferiorità numerica.

E la consapevolezza che giocando come gioca la qualificazione sia ancora tutta da giocare.

Atalanta-Real Madrid, Gasperini sull’espulsione: “Suicidio del calcio”

Ma la mazzata di quella affrettata, assurda espulsione al 18° minuto del primo tempo fa troppo male. A caldo l‘allenatore Gasperini è parso più rassegnato che deluso: Freuler è stato cacciato per un contrasto, un rosso diretto che grida vendetta.

Forse non c’era nemmeno fallo, e comunque di sicuro non c’era fallo da ultimo uomo perché Toloi e soprattutto Romero avevano recuperato. Come gli è venuto in mente all’arbitro Tobias Stieler di tirare fuori il rosso?

Fatalità, il fallo sul terzino Mendy, che praticamente allo scadere ha poi segnato la partita con un destro a giro dal limite. In ogni caso una “partita rovinata” secondo il Gasp di fronte ai microfoni Sky.

“Quella di stasera è clamorosa, non è possibile. Gli arbitri hanno il VAR, ma neanche di fronte alle immagini riescono a decidere”. 

“C’è la tentazione di togliere ogni forma di contrasto”

Il mister ne fa una questione più generale.

“Sui fuorigioco non c’è più discussione, sui falli di mano si è trovata la quadra. Il contrasto resta un gesto tecnico del calcio, che non si può togliere. C’è la tentazione di togliere ogni forma di contrasto.

Un suicidio per il calcio. Non possiamo avere arbitri che non hanno giocato a calcio, che non distinguono un fallo dal contrasto. Se non capiscono la differenza facciano un altro mestiere. Non bisogna essere ingegneri della NASA”.