Atalanta-Sassuolo 4-1, show di Zapata: nerazzurri consolidano quarto posto

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 21 Giugno 2020 19:27 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2020 21:25
Atalanta-Sassuolo 3-0: esultanza tra Pasalic e Zapata

Atalanta-Sassuolo, Zapata esulta con Pasalic dopo aver segnato (foto Ansa)

BERGAMO – Serie A, Atalanta-Sassuolo 4-1, gol: Djimsiti al 16′, Duvan Zapata al 31′ e al 66′,  autogol di Bourabia al 37′ e Bourabia al 92′.

“Nuovo campionato”, solito show. L’Atalanta riparte dal poker rifilato al Sassuolo tra le mura amiche. I nerazzurri hanno voluto dedicare una vittoria alla loro città, tra le più colpite dal coronavirus.

In campo non c’è stata storia, l’Atalanta ha chiuso i giochi già nel primo tempo (chiuso sul risultato di tre a zero). 

Nella prima frazione di gioco, sono andati in gol Djimsiti, Zapata più un autogol di Bourabia. Nella ripresa, lo stesso Zapata, autore di una doppietta, ha chiuso i giochi con un bel colpo di testa. 

Il Sassuolo ha segnato il gol della bandiera al 92′ con una grande punizione di Bourabia.

Grazie a questo successo, la “Dea” si è portata a più sei sulla Roma consolidando il suo posizionamento Champions.

Atalanta-Sassuolo 4-1, dominio nerazzurro con show di Duvan Zapata.

Gasperini ha sfidato De Zerbi con Gollini; Djimsiti, Caldara, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Gomez e D. Zapata.  Pasalic ha preso il posto dell’infortunato Ilicic.

Il Sassuolo ha risposto all’ Atalanta con Consigli; Toljan, Marlon, Peluso, Kyriakopoulos; Bourabia, Locatelli; D.Berardi, Defrel, Boga e  Caputo.  

La gara è stata assegnata all’arbitro  Chiffi di Padova.

Prima della gara, è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus.

E’ stato un momento particolarmente significativo perché Bergamo è stata una delle città più colpite dal Covid 19.

Dopo l’arbitro ha dato il gomito, e non il cinque, ai calciatori ed ai suoi assistenti ed il match è iniziato regolarmente.

La prima occasione da gol è stata creata dal Sassuolo al secondo minuto. Berardi ha superato un avversario con un tunnel e ha servito un assist d’oro a Defrel.

L’ex centravanti della Roma è stato un po’ lento nel concludere ed il suo tiro è stato deviato in calcio d’angolo dalla difesa dell’Atalanta.

Un minuto dopo, Boga è partita sul filo del fuorigioco e si è presentato davanti a Gollini. L’attaccante del Sassuolo ha calciato centralmente ed  il portiere della squadra di Bergamo è riuscito a respingere la sua conclusione.

Atalanta in vantaggio al 16′. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Caldara ha servito Djimsiti che ha anticipato Locatelli e ha insaccato in rete da due passi.

Poco dopo, al 19′, l’arbitro Chiffi ha annullato la rete del possibile due a zero di Gomez.

L’attaccante argentino non ha commesso irregolarità ma Gosens ha toccato la palla con il braccio su cross di Zapata. Il tocco è sembrato involontario ed il braccio era attaccato al corpo ma l’arbitro ha voluto comunque annullare questa rete.

Questa volta il gol è buono. Raddoppio dell’Atalanta al 31′ con Duvan Zapata. L’arbitro lo ha assegnato dopo aver consultato il var per una seconda volta.

L’Atalanta cala il tris al 37′, autogol di Bourabia su cross di Gosens dalla sinistra. A fine primo tempo, Caputo ha l’occasione per accorciare le distanze ma ha calciato sul corpo di Gollini.

La prima frazione di gioco è terminata sul risultato di 3 a 0 per l’Atalanta.

Al 55′, Defrel si è divorato un gol già fatto davanti a Gollini. Il portiere dell’Atalanta era già a terra, in uscita, ma Defrel gli ha calciato addosso.

L’Atalanta ha chiuso la partita al 66′ con Duvan Zapata. Il centravanti colombiano ha segnato di testa su cross del Papu Gomez.

Colpo di scena al 71′ quando Gasperini è stato espulso per proteste. Episodio piuttosto strano perché la sua squadra stava vincendo con quattro gol di scarto.

Gol della bandiera del Sassuolo al 92′ con una grande punizione di Bourabia.

E’ finita, l’Atalanta ha vinto 4 a 1 contro il Sassuolo e ha consolidato il suo quarto posto in classifica.