Atalanta batte Verona in rimonta e torna in corsa per la Champions

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Dicembre 2019 18:04 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2019 18:04
Atalanta batte Verona in rimonta e torna in corsa per la Champions

Atalanta-Verona 3-2, il gol decisivo segnato da Djimsiti (foto Ansa)

BERGAMO – A pochi giorni dalla partita da dentro o fuori in Champions contro lo Shakhtar Donetsk, l’Atalanta ha piegato il Verona al 93′ dopo una rimonta entusiasmante. Gli ospiti hanno giocato una grande partita a Bergamo, così come avevano fatto contro la Roma, ma escono ancora una volta dal campo con zero punti ma con la consapevolezza che giocando così si salveranno con la pipa in bocca. 

Il match è stato sbloccato al 23′ da un gol irregolare di Di Carmine. Il Verona ha battuto la rimessa laterale otto metri più avanti del dovuto e ha sorpreso l’Atalanta mettendo Di Carmine da solo davanti a Gollini. Poi il centravanti dei gialloblù è stato bravo a battere l’estremo difensore avversario ma la rete non è regolare. L’Atalanta non si è fatta piegare da questa grave svista arbitrale ed è riuscita ad impattare il match al 44′ con un bolide dalla lunga distanza di Ruslan Malinovs’kyj. 

Dopo un primo tempo terminato sull’1-1, il Verona è passato in vantaggio ad inizio ripresa sfruttando una dormita colossale dell’Atalanta. Di Carmine ha insaccato a porta praticamente vuota portando nuovamente in vantaggio la sua squadra. Finita qui? No, la Dea non muore mai. 

Memore del grave errore arbitrale commesso in precedenza, il direttore di gara è andato al var per assegnare un rigore all’Atalanta per un fallo piuttosto netto di Faraoni. Dagli undici metri, non ha sbagliato Muriel. Nel finale di partita, il Verona è rimasto in dieci per l’espulsione di Paweł Dawidowicz, dopo un brutto fallo su Musa Barrow, e l’Atalanta ne ha approfittato vincendo il match con una bella combinazione tra i due difensori centrali Toloi e Djimsiti con tocco vincente dell’ex calciatore del Benevento. 

Successo prezioso per l’Atalanta che aggancia il Cagliari al quinto posto in classifica, a meno uno dalla zona Champions e dalla Roma. Sconfitta che non fa male per il Verona, giocando così, la matematica certezza della salvezza non sarà un problema.