Sport

Atalanta-Verona 3-0 highlights, pagelle: Freuler-Ilicic-Kurtic video gol

atalanta-verona-diretta

Atalanta-Verona la diretta live della partita

BERGAMO – Atalanta-Verona 3-0 – Partita valida per la decima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A, turno infrasettimanale.

Le pagelle di Atalanta-Hellas Verona.
Atalanta batte Hellas Verona 3-0 (0-0). Atalanta (3-4-1-2): Gollini 7; Toloi 6.5, Caldara 6.5, Palomino 6; Hateboer 6, Freuler 7.5, de Roon 6, Gosens 6.5; Ilicic 7 (32′ st Orsolini 6); Gomez 6.5 (31′ st Vido 6), Cornelius 6 (19′ st Kurtic 7). (1 Berisha, 31 Rossi, 5 Masiello, 28 Mancini, 21 Castagne, 37 Spinazzola, 4 Cristante, 32 Haas, 29 Petagna). All.: Gasperini 6.5.

Verona (4-4-1-1): Nicolas 6; Romulo 6, Caracciolo 6, Heurtaux 5.5 (26′ st Lee 5.5), Souprayen 5.5; Cerci 6 (19′ st Pazzini 5.5), Fossati 6, Bessa 5, Fares 6; Verde 6; Kean 6 (35′ st Zaccagni 6). (17 Silvestri, 40 Coppola, 97 Felicioli, 4 Laner, 72 Danzi, 77 Büchel, 37 Bearzotti, 98 Stefanec, 29 Tupta). All.: Pecchia 5.5.

Arbitro: Marinelli di Tivoli 6.5. Reti: nel st 5′ Freuler, 14′ Ilicic, 30′ st Kurtic. Angoli: 5-5. Recupero: 2′ e 3′. Ammoniti: nessuno. Var: 2. Spettatori: 2.625 paganti, 14.143 abbonati. Incasso 50.938 euro (quota abbonati 173.306,95 euro).

**I GOL – 5′ st: Bessa gigioneggia con la palla davanti alla lunetta della propria area e la perde sul pressing di Gomez, Freuler s’inserisce indisturbato convergendo dal vertice sinistro e la piazza di piatto radente nell’angolino alla sinistra di Nicolas.

– 14′ st: Freuler alza una palla dalla trequarti per Ilicic, che dai 18 metri se la sistema sul sinistro infilandola bassa e angolata. – 30′ st: Ilicic apre per Gosens che dal fondo mette in mezzo per la spaccata del 3-0 di Kurtic.

Freuler la apre, Ilicic mette al tappeto un Verona volitivo e ordinatissimo per un tempo, la riserva di lusso Kurtic s’incarica di chiuderla. L’Atalanta fatica un tempo ma poi un erroraccio di Bessa in avvio di ripresa le spiana la strada verso la seconda vittoria consecutiva, utile a rilanciarsi in campionato e ad avvicinarsi alla zona Europa.

Un 3-0 al netto del Var che nella prima metà annulla un gol per parte tenendo i tifosi col fiato sospeso. Cronaca ricca e fittissima prima dei cinque minuti dei casi da moviola, perché se i bergamaschi – a riposo Berisha, Masiello, Spinazzola, Cristante e Petagna – ci provano subito col suggerimento di Ilicic per il sinistro dritto e fiacco di Gomez appena dentro l’area gli uomini di Pecchia tengono botta e ribattono colpo su colpo o quasi.

Tra 7′ e 8′ una palla in uscita innesca la torre di Freuler per la mezza rovesciata dal limite di Toloi salvata in corner da Nicolas. Al 26′ Cornelius regala palla a Cerci a metà campo e l’ex di turno (insieme a Coppola, Pazzini e Gollini) pesca libero Kean, che scaglia il radente costringendo al tuffo il portiere atalantino.

Al 33′ segna Freuler, inseritosi per il diagonale vincente davanti all’area piccola sul dai e vai limite-fondo con Cornelius, che però risulta oltre la linea dei difensori. Il Var abbassa la saracinesca anche sulle ambizioni di vantaggio gialloblù al 37′: Fares pesca sottomisura Kean che impegna Gollini, Verde la rimette in mezzo per l’insaccata di ginocchio del prestito juventino e il riscontro video dice un’altra volta fuorigioco. Al rientro dal tunnel, Hateboer in scivolata salva su Kean.

Al 3′ Ilicic si sposta la sfera sul destro ma non la tiene bassa a sufficienza e in capo a due minuti l’uno a zero è cosa fatta grazie alla palla persa da Bessa davanti alla lunetta sul pressing di Gomez e all’inserimento di Freuler che sgancia il piattone radente sul palo lontano. Al 14′ lo svizzero con una palombella dalla trequarti smarca lo sloveno per un altro rasoterra, stavolta mancino, dai diciotto metri.

L’autore del 2-0 ci ritenta al 21′ lambendo l’incrocio, Gomez al 25′ controlla bene sul suo servizio esibendosi in una bicicletta pretenziosa. A chiudere la pratica ci pensa il neo entrato Kurtic, che fissa lo score sul tris in spaccata grazie al traversone basso da sinistra di Gosens, a sua volta pescato bene da Ilicic che poi lascia stizzito il posto a Orsolini mentre Vido rileva uno stanchissimo Papu. Freuler e Gosens a tre dal novantesimo non s’intendono e consentono a Zaccagni di provarci, Gollini è super nell’alzare sopra la traversa.

 

Atalanta-Hellas Verona, gli highlights da Twitter.

 

Classifica marcatori del campionato di calcio di Serie A dopo gli incontri della nona giornata. – 13 reti: Immobile (5 rigori-Lazio). – 10 reti: Dybala (1 rigore-Juventus). – 9 reti: Icardi (4-Inter). – 7 reti: Mertens (3-Napoli); Dzeko (Roma).

– 6 reti: Thereau (3-Udinese/Fiorentina). – 5 reti: Quagliarella (2-Sampdoria) – 4 reti: Inglese (1-Chievo); Callejon e Insigne (Napoli). – 3 reti: Cristante, A. Gomez (2-Atalanta); Joao Pedro (1-Cagliari); Luis Alberto (Lazio); Perisic (Inter).

Khedira e Higuain (Juventus); Suso (Milan); Caprari e D.Zapata (Sampdoria); Belotti, Iago Falque e Ljajic (Torino); Pazzini (3-Verona). – 2 reti: Caldara, Corneluis, Petagna (Atalanta); Palacio (Bologna); Castro (Chievo); Rohden (Crotone); Chiesa e Simeone (Fiorentina); Galabinov (1), Pellegri (Genoa); Perisic (Inter); Pjanic e Mandzukic (Juventus); Bastos, De Vrij e Parolo (Lazio); Kalinic, Kessiè (1), Cutrone (Milan).

Ghoulam, Koilibaly e Zielinski (Napoli); El Shaarawy e Aleksandar Kolarov (Roma); Linetty (Sampdoria); Politano (Sassuolo); Maxi Lopez, Lasagna e De Paul (Udinese). – 1 rete: Freuler e Ilicic (Atalanta); Ciciretti e D’Alessandro (Benevento); Di Francesco, Donsah, Okwonkwo, Poli, Verdi (Bologna); Barella, Pavoletti, Sau (Cagliari).

Bastien, Birsa, Hetemaj, Pelissier, Pucciarelli e Stepinski (Chievo); Mandragora, Martella, Simy e Tumminello (Crotone); Astori, Babacar, Badelj, Benassi, Gil Dias, Pezzella e Veretout (Fiorentina); Laxalt, Rigoni, Taarabt (Genoa); D’Ambrosio, Skriniar e Vecino (Inter); Rugani, Alex Sandro, Bernardeschi, Cuadrado, Douglas Costa (Juventus).

Marusic e Milinkovic-Savic (Lazio); Montolivo e Rodriguez (1-Milan); Allan, Jorginho (1), Milik e Rog (Napoli); Florenzi e Nainggolan (Roma); Alvarez, Ferrari e Kownacki (Sampdoria); Berardi (1) Matri (1) e Sensi (Sassuolo); Antenucci, Borriello, Lazzari, Rizzo, Paloschi, Schiattarella e Viviani (Spal); Baselli, De Silvestri, Obi (Torino).

Danilo, Fofana, Jankto, Nuytinck, Samir, Stryger (Udinese); Kean, Perica, Romulo e Verde (Verona).

– 1 autorete: Lucioni e Venuti (Benevento); Hetemaj (Chievo); Handanovic (Inter); Pjanic (Juventus); Salamon (Spal); Hallfredsson e Samir (Udinese); Souprayen (Verona).

To Top