Atletica, i sogni di Bolt: “Ancora qualche record, poi farò il calciatore professionista”

Pubblicato il 6 Settembre 2010 12:47 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2010 12:47

Prima un nuovo strabiliante record mondiale, poi il calcio: nel giro di quattro anni Usain Bolt vuole lasciare l’atletica per diventare un calciatore professionista.

È stato lo stesso sprinter giamaicano a rivelare i suoi piani davanti alle telecamere della Bbc. Tra i suoi obiettivi immediati, correre i 100 metri in 9,4 secondi dopo aver fissato il primato mondiale in 9,58 lo scoro anno a Berlino.

Ma compiuta l’ennesima impresa contro il cronometro, per Bolt potrebbe iniziare una nuova carriera. «Posso avere ancora quattro anni di successo se mi alleno bene – le parole di Bolt, 24 anni -. E quando smetto mi piacerebbe giocare a calcio per altri due anni. Guardo sempre le partite in tv e penso che potrei giocare anche io. Ci proverò di sicuro, magari riuscirò a trovare anche una squadra di medio livello. Sono un buon calciatore, un centrocampista di attacco e di difesa».