Aurelio De Laurentiis positivo al Covid. Non è asintomatico e ha partecipato all’assemblea della Lega Serie A

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Settembre 2020 9:36 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2020 12:23
Aurelio De Laurentiis positivo al Covid

Aurelio De Laurentiis positivo al Covid. Non è asintomatico e ha partecipato all’assemblea della Lega Serie A (foto ANSA)

Aurelio De Laurentiis è positivo al Covid. Il presidente del Napoli non sarebbe asintomatico (scrive la Repubblica) e ieri ha partecipato all’assemblea di Lega Serie A.

Non è ancora chiaro se Aurelio De Laurentiis fosse il solo presidente di club positivo al Covid che ha preso parte all’assemblea della Lega Serie A per i diritti tv.

Come riporta Il Napolista, non sarebbe il solo positivo della sua famiglia, visto che è stata diffusa la notizia della positività al virus di un altro componente.

La situazione è monitorata e tenuta sotto controllo soprattutto perché nei mesi scorsi De Laurentiis è stato colpito da una forte polmonite.

Al momento non si ha la certezza se il 71enne presidente del Napoli fosse il solo positivo al virus dopo la notizia che uno dei dirigenti che ieri ha partecipato all’Assemblea di Lega fosse contagiato ma tutto lascia pensare che sia il numero uno azzurro.

Solo ieri La Repubblica, riportando la notizia, sottolineava come l’interessato, di cui ancora non era stata svelata l’identità, non avrebbe indossato la mascherina in diversi momenti della giornata pur avendo da giorni sintomi ed era in attesa dei risultati del tampone arrivati in serata.

Nonostante questo, aggiungeva il quotidiano, si è presentato alla riunione di Milano e solo alle 20 ha informato gli altri partecipanti.

L’attacco a Giuseppe Conte

Inoltre al termine della riunione, De Laurentiis si era fermato a parlare con i cronisti presenti, attaccando il premier Giuseppe Conte.

“Mercato del Napoli? Dovreste chiederlo a Conte, ma non al tecnico dell’Inter, ma a quello del governo“.

Il riferimento è alle decisioni prese del Governo di tenere chiusi gli stadi ai tifosi per contenere la diffusione del Covid.

Una decisione, a detta del patron azzurro, che avrebbe portato ad un calo evidente dei ricavi.

Secondo quanto riportato del Corriere dello Sport, nel corso della riunione pare che abbia anche suggerito l’idea di far causa al governo. (fonte IL NAPOLISTA, LA REPUBBLICA, Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)