Australia: ecco il codice delle buone maniere per i surfisti

Pubblicato il 13 Gennaio 2010 19:20 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2010 19:20

Un codice di buone maniere anche per i surfisti. Il comune di Manly, nella parte nord di Sydney, lo ha introdotto oggi, piazzando sulle spiagge grandi cartelli a forma di tavola da surf, su cui campeggiano sette regole da rispettare quando si cavalcano le onde.

È il primo comune del Nuovo Galles del Sud a introdurre simili restrizioni. Secondo il municipio di Manly il “surferscode of etiquette” garantirà un surf più sicuro, e dovrebbe diminuire il fenomeno del surf rage, le liti scatenate dalle precedenze non osservate, e per promuovere una cultura del rispetto e della responsabilità.

Le regole principali: non tagliare la strada, lasciare l’onda a chi l’ha presa per primo, comunicare la direzione che si vuole prendere una volta in piedi, e non lasciare andare la tavola, perché potrebbe colpire qualcuno.

La competizione per accaparrarsi l’onda migliore, è alla base di quasi tutti gli episodi di violenza che avvengono sulle spiagge australiane. Manly è una delle più popolari, e attrae quasi sei milioni di visitatori l’anno.

Se queste misure non fossero state introdotte, le questioni prima o poi sarebbero state risolte a pugni, ha detto al Sydney Morning Herald Neil Ohlback, presidente del locale club per la tutela del surf.