Australian Open, Fognini litiga con l’arbitro: “Sei una vergogna”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Gennaio 2020 16:01 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2020 16:06
fognini australian open

Australian Open, Fognini litiga con l’arbitro e trova un alleato nel suo avversario: “Sei una vergogna”

ROMA  – Fabio Fognini vince al quinto set il match contro lo statunitense Reilly Opelka e approda al secondo turno degli Australian Open. Un match ad alta tensione visto che entrambi i tennisti, a turno, hanno trovato il modo per battibeccare con il giudice di sedia, Carlos Bernardes: “Non posso giocare con un arbitro che non mi dà tranquillità – lo sfogo, in italiano, di Fognini -. Se lo chiede Rafael Nadal va tutto bene, ma se lo chiede Fognini… Se lo chiede Sua Maestà lo accontentano subito tutti. Sei una vergogna – ha aggiunto il ligure rivolto all’arbitro – non sei adatto a questo mestiere.

L’arbitro ha punito Fognini per aver rotto la racchetta durante il match (in fondo all’articolo il momento in cui il tennista italiano getta a terra la racchetta rompendola). Il tennista italiano non ci sta e se la prende con Bernardes: “Non puoi darmi una penalità per lanciare la mia racchetta”.

Anche Opelka se l’è presa con Bernardes perché non aveva penalizzato Fognini: “Sei patetico – le parole dello statunitense -. A me hai dato una penalità subito, lui l’ha fatto almeno tre o quattro volte”.

Per quanto riguarda il match, Fabio Fognini, testa di serie numero 12,  ha recuperato i due set di svantaggio contro Opelka ed ha vinto per 3-6, 6-7 (3/7), 6-4, 6-3, 7-6 (10/5).

Fonte: Ansa, YouTube