Babù, preso dalla Roma per arrivare a Gervinho: ora gioca col Maccarese

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 13 Novembre 2013 15:46 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2013 15:47
Babù, tesserato dalla Roma per arrivare a Gervinho: ora gioca col Maccarese

Babù ai tempi del Lecce

ROMA – Babù è stato l’attaccante ingaggiato dal d.s. della Roma Walter Sabatini, lo scorso 5 agosto dalla Paganese, formazione di Lega Pro, come escamotage per rivenderlo immediatamente e poter acquistare Gervinho, sprovvisto del passaporto comunitario.

L’8 agosto la Roma cede Babù al Benfica ‘B’ in Portogallo, ma l’avventura dell’attaccante classe ’80 nei lusitani dura appena tre mesi. Rescinde il contratto perché poco utilizzato e pochi giorni fa trova una nuova squadra in Italia, con la sede ad una manciata di chilometri da Roma: la Maccarese Giada, formazione che milita nel campionato di serie D.

Ma la sua storia, come racconta al Corriere dello Sport, è anche altro e in Italia comincia 12 anni fa. “Arrivai in Italia grazie a Cafu. Organizzò un’amichevole con qualche ragazzo brasiliano legato al suo stesso procuratore. Un giorno venne Zeman a vedermi e mi volle a Salerno” .

In Italia ha messo anche le radici. Ha una famiglia a Napoli, moglie italiana e due figli. “Dopo Salerno ho girato l’Italia. Con tanti infortuni che mi hanno frenato. Ho seguito Zeman a Lecce, ho segnato anche sei gol, poi mi sono rotto i legamenti crociati del ginocchio e sono stato fermo un anno. In serie A ho giocato a Lecce e due partite a Catania”.