Balotelli, altro che Europeo: entra nella ripresa e si fa cacciare subito per una sceneggiata

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 19 Gennaio 2020 17:04 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2020 17:04
Balotelli, altro che Europeo: entra nella ripresa e si fa cacciare per una sceneggiata

L’espulsione di Mario Balotelli durante Brescia-Cagliari (foto Ansa)

BRESCIA – Ennesima Balotellata. Non è questa la strada per essere convocato per l’Europeo. L’ex attaccante dell’Inter non riesce ad esprimersi con continuità in campo ma i suoi comportamenti sopra le righe non ne vogliono sapere di diminuire. Oggi Corini lo ha fatto partire dalla panchina perché non l’ha visto in forma. Poi lo ha inserito in campo nell’ultimo quarto d’ora di Brescia-Cagliari ma i risultati sono stati disastrosi.

Balotelli è entrato in campo con l’atteggiamento di chi voleva farla pagare all’allenatore per non essere stato scelto dal primo minuto e pochi minuti dopo l’ha combinata grossa facendosi cacciare dall’arbitro in maniera grossolana. 

All’81’, Balotelli ha rimediato il cartellino giallo per una entrata pericolosa su Fabio Pisacane. Super Mario non ha accettato la decisione dell’arbitro e ha iniziato a protestare in maniera plateale costringendolo a mostrargli il cartellino rosso. Balotelli non è nuovo a cose di questo genere, qualche mese fa Mourinho ha raccontato un aneddoto simile…

L’ex allenatore dell’Inter ha raccontato la bravata di Mario Balotelli nel corso di Inter-Rubin Kazan di Champions League del 2009 nel corso di una intervista rilasciata alla CNN: “Nell’intervallo parlo solo con lui, gli dico “Mario, ti hanno ammonito, non rischiare più nulla perché non posso sostituirti, non ho altre punte”. Rinizia la partita, minuto 46: fallo, Mario espulso». Oggi, undici anni dopo, è andata nello stesso modo…