Balotelli: “La mia vita da nero, i primi insulti a 15 anni”

Pubblicato il 12 Novembre 2010 10:00 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2010 10:05

Buuu, il libro di Garlando

Luigi Garlando, giornalista e scrittore italiano, affronta nel suo nuovo libro “Buuu” il tema del razzismo nello sport con la collaborazione del calciatore del Manchester City Mario Balotelli.

L’ex interista ha spiegato nella prefazione: “I primi buuu li ho beccati a 15 anni.
Da allora mi fanno venire voglia di fare gol.
Dalla mia famiglia ho imparato che nessuno al mondo è capovolto. Perciò ho dato una mano a Jack, il capovolto di questa storia. Se lo meritava, perché è tosto quasi quanto me”.

Ecco la trama del libro presa dal sito di Enaudi Editore. Una sera, per caso, Mario Balotelli incontra Jack, un quindicenne che vive a testa in giú come un fante delle carte, ma fa rovesciate fantastiche. A scuola, in chiesa, con le ragazze, Jack deve affrontare i bulletti che gli lanciano banane, un sindaco sceriffo e le “Ronde della tranquillità”. Poi un giorno Mario, dalla tv, gli dedica un gol.
Un romanzo intelligente, comico ed emozionante sulla lotta di un ragazzo e di un campione contro la stupidità e la violenza degli altri. Che culmina in un’indimenticabile partita “capovolta” con altri campioni: Ibra, Buffon, Gattuso, Santon e Totti. L’arrivederci al calcio italiano di Mario. Un sorriso corale del calcio contro il razzismo.

Vai a questa pagina, clicca “MI PIACE”, e diventa fan  della tua squadra del cuore per avere informazioni in tempo reale sulla tua homepage di Facebook.