facebook

Balotelli snobbato da Lippi vale oltre 25 milioni, l’Inter pensa alla cessione

Scorrono le “puntate” e, come in ogni telenovela che si rispetti, arriva pure il momento del colpo di scena. La corsa a Mario Balotelli, il cui destino è in bilico fra Inter e resto del mondo, potrebbe non essere solo un testa a testa tra i Red Devils di sir Alex Ferguson e i Citizens di Roberto Mancini ma una gara aperta a più partecipanti dal portafoglio gonfio e dalla voglia di spendere senza sensi di colpa.

Ad allargare lo spettro delle pretendenti al neo-ragioniere bresciano è il suo procuratore, Mino Raiola che, in caso di un addio del suo assistito all’Inter, non esclude altre ipotesi, compresa quella del Chelsea di Ancelotti, ennesima grande inglese in cerca di una punta giovane e di valore. Per Supermario, osserva il procuratore, ”ho più contatti con più squadre. Di Manchester United e Manchester City parla la stampa, le altre le tengo per me”. Il Chelsea? ”Perchè no…”.

Abbottonato sui club in cui la punta potrebbe finire qualora decidesse di lasciare i nerazzurri, Raiola non tocca il tasto del denaro da sborsare per portare a casa Balotelli – ”di cifre, proprio non parlo” – e non investe di particolare valenza la giornata di lunedì prossimo quando, secondo indiscrezioni, emissari del Manchester City dovrebbero presentare alla corte di Moratti un’offerta più sostanziosa rispetto ai 25 milioni di euro (oltre a bonus legati al rendimento del giocatore) già messi sul piatto per il gioiello interista.

”No, lunedì non è un giorno importante – puntualizza l’agente -: tutti i giorni sono importanti” sul tavolo del calcio-mercato. Soprattutto se al centro delle trattative c’è un ragazzo, meno che ventenne, dal talento cristallino e capace di squarci di classe accecante conteso a suon di milioni di euro. Data Cruciale o meno, lunedì, gli uomini-mercato del City (che potrebbero anche fare una avance per Maicon scoperto al Monaco proprio da Mancini) dovrebbero presentarsi a Milano con argomenti convincenti, tali da avvicinare la soglia dei 40 milioni di euro stimata dall’Inter per il suo giocatore e giocarsela con lo United già arrivato, secondo le indiscrezioni di stampa, a quota 35 milioni di euro.

Cifre più che allettanti, per la società di Corso Vittorio Emanuele: sia in ottica del fair-play finanziario voluto dalla Uefa sia in ottica mercato. Il denaro in arrivo dalla possibile cessione di Balotelli consentirebbe l’assalto al centrocampista argentino, Mascherano, pupillo di Benitez e, magari, all’olandese Kuyt tuttofare d’attacco (utile per sgravare Eto’o dal lavoro sulla fascia) particolarmente gradito al tecnico spagnolo.

In attesa di sciogliere i nodi di mercato, l’Inter si è allenata, sabato mattina, davanti a circa mille tifosi arrivati alla Pinetina per far sentire alla squadra tutto il loro affetto. Sull’erba di Appiano Gentile i nerazzurri hanno affrontato una seduta di circa 90 minuti tra test atletici e esercizi con il pallone. Con il gruppo non si è mosso Balotelli impegnato in un lavoro programmato di ”scarico”. Prossimo appuntamento con il campo, lunedì mattina quando, al termine della seduta d’allenamento, verrà presentato il neoacquisto brasiliano, Coutinho.

To Top