Balotelli: “Sono diverso e questo dà fastidio”. Totti: “Col pallone ci morirò”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2014 16:10 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2014 16:10
Balotelli: "Sono diverso e questo dà fastidio". Totti: "Col pallone ci morirò"

Le copertine di GQ dedicate a Pirlo, Balotelli, Totti

MILANO – A poche settimane dall’esordio mondiale degli azzurri contro l’Inghilterra, Mario Balotelli parla di razzismo e dei suoi comportamenti: “Sono diverso e questo dà fastidio: se la prendono con me solo gli stupidi e gli ignoranti”.

“Faccio degli errori e li pago sempre – ha detto l’attaccante a GQ, che gli dedica una delle quattro copertine dello speciale Mondiale – ma se fossi bianco mi mandereste soltanto a quel paese. Il problema non sono le cose che faccio, ma che queste cose mi siano permesse. Se la prendono con me solo gli stupidi e gli ignoranti”.

Le altre tre copertine sono dedicate a Prandelli, Pirlo e Totti che parla del giorno in cui lascerà il calcio: “Col pallone ci sono cresciuto e ci morirò, ma sarò io il primo a gettare la spugna: non voglio andare in campo a fare figuracce”.

Pirlo invece confessa la sua avversione ai social network: Io mi sento forte, non misterioso. Non vado a parlare in giro, non faccio grandi scene. Mi faccio i fatti miei, anche per questo che non ho Twitter, non uso Facebook. Non voglio passare tutto il giorno a scrivere al mondo. Sono altre le robe veramente importanti.”