Balotelli in confusione: “Io italiano, i negri meglio di voi italiani”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2014 15:19 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2014 15:46
Balotelli: "Sono italiano, non ho scelto di esserlo. Vergognatevi"

Balotelli (LaPresse)

RIO DE JANEIRO – Confusione. Questo è lo stato emotivo di Mario Balotelli il giorno dopo l’eliminazione dell’Italia dal Mondiale. E la conferma arriva dal messaggio social che lancia ad una Nazione intera.

Balotelli rispedisce al mittente (via Instagram) soprattutto le accuse relative al non essere “un vero italiano”, dicendosi “deluso” per l’esito del Mondiale ma convinto di “non aver sbagliato nulla dal punto di vista caratteriale”.

Un post che trasuda confusione ovunque. Dal “non ho scelto di essere italiano” al “l’ho voluto fortemente”. Dal “ho dato tutto per il mio Paese” al “come dite voi, non sono italiano”. Un messaggio grammaticalmente emotivo.

Questo il messaggio scritto da Balotelli in replica in particolare ad un video di un tifoso che lo attacca, accusandolo di non essere un vero italiano:

“Sono Mario Balotelli ho 23 anni e non ho scelto di essere italiano . L’ho voluto fortemente perché sono nato in ITALIA e ho sempre vissuto in ITALIA. Ci tenevo fortemente a questo mondiale e sono triste arrabbiato deluso con me stesso . Si magari potevo fare gol con la Costa Rica avete ragione ma poi? Poi qual’è il problema? Forse quello che vorreste dire tutti è questo? La colpa non la faccio scaricare a me solo questa volta perché Mario Balotelli ha dato tutto per la nazionale e non ha sbagliato niente. (A livello caratteriale) quindi cercate un’altra scusa perché Mario Balotelli ha la coscienza a posto ed è pronto ad andare avanti più forte di prima e con la testa alta. Fiero di aver dato tutto per il Suo paese. O forse, come dite voi, non sono Italiano. Gli africani non scaricherebbero mai un loro ” fratello” . MAI. In questo noi negri, come ci chiamate voi, siamo anni luce avanti. VERGOGNA non è chi può sbagliare un gol o correre di meno o di più. VERGOGNOSE SONO QUESTE COSE. Italiani veri! Vero?”.