Barcellona-Real Madrid streaming e diretta tv, dove vederla

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 maggio 2018 21:50 | Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2018 21:52
Barcellona-Real Madrid, dove vedere streaming e diretta tv

Barcellona-Real Madrid, streaming e diretta tv: dove vederla

BARCELLONA – Tutta la Spagna si ferma, come di consueto, per Barcellona-Real Madrid. Sarà l’ultimo “Clasico” di Iniesta con un Barcellona che ha già vinto lo scudetto e un Real Madrid già con la testa a Kiev, sede della finalissima di Champions League contro il Liverpool. Il fischio d’inizio della partita è fissato per le ore 20.45.

Barcellona-Real Madrid, dove vedere la partita in tv e in diretta streaming

Barcellona-Real Madrid sarà trasmessa in diretta esclusiva su Fox Sports: match in streaming su Sky Go grazie a tablet, smartphone e pc.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

App di Ladyblitz, gratis, clicca qui

Barcellona-Real Madrid, le formazioni ufficiali: ultimo “Clasico” per Iniesta

Barcellona (4-4-2): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Coutinho, Busquets, Rakitic, Iniesta; Messi, Suarez. All: Valverde.

Real Madrid (4-3-3): Navas; Nacho, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Bale Benzema, Ronaldo. All: Zidane.

Duello tra Valverde e Zidane

“Noi allenatori diamo molto valore alla Liga”. Ernesto Valverde, allenatore del Barcellona già campione di Spagna, che al Camp Nou gioca il ‘Clasico’ contro il Real Madrid, mette subito le cose in chiaro. “In Champions subentrano altri fattori, a volte anche casuali – aggiunge -, mentre vincere il campionato significa avere continuità per tutta la stagione. Ora vogliamo mantenere la nostra traiettoria”.

Ovvero l’imbattibilità nella Liga, visto che finora i ‘blaugrana’ hanno giocato 34 partite, vincendone 26 e pareggiandone 8. Quindi il Real Madrid è avvisato, e come se non bastasse, Valverde ricorda che “la nostra gente tiene molto a questa partita”.

Nessun clima amichevole, anche se il campionato è praticamente finito e se il Real pensa già alla finale di Champions contro il Liverpool, ovvero a fare in modo che nel frattempo non ci siano infortuni. Va comunque precisato che Zinedine Zidane manderà in campo la formazione migliore: il ‘Clasico’ non contempla la logica del turn over.

Ad aggiungere pepe su questa eterna sfida che non potrà mai essere normale c’è anche il fatto che il Real Madrid non farà il ‘pasillo’ per onorare i rivali neocampioni di Spagna. “Non decido io, comunque loro non l’hanno fatto con noi all’andata – ha ricordato oggi Zidane -, dopo che avevamo vinto il Mondiale per club”.

Al Bernabeu il Barcellona fu devastante e vinse per 3-0, e quel giorno, 48 ore prima di Natale, il Real probabilmente capì che in questa stagione avrebbe fatto meglio a dedicarsi all’Europa. Cosa che poi ha realizzato, e con profitto visto che ora tenterà di vincere la grande Coppa per il terzo anno di fila e il quarto negli ultimi cinque. Ma intanto saranno fischi al Camp Nou, e un’altra ‘corrida’.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other