Bari, sassi contro bus dei tifosi del Brescia. Un 50enne in ospedale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Aprile 2019 17:09 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2019 8:37

Bari, sassi contro bus dei tifosi del Brescia. Un 50enne in ospedale. Foto archivio ANSA / FOTOLIVE

BARI – Caos e scontri sulla tangenziale di Bari. Come riferisce La Gazzetta dello Sport nella sua edizione online, mentre al San Nicola andava in scena la festa per la promozione in Serie C, un autobus di tifosi del Brescia (diretto a Lecce, verso sud) sarebbe stato improvvisamente preso di mira. Bloccato nel traffico causato da un paio di incidenti, sarebbe diventato il bersaglio di una sassaiola da parte di facinorosi, probabilmente di fede barese, in uscita dallo stadio. Difficoltoso, in conseguenza delle lunghe code createsi sulla stessa strada statale 16, l’intervento delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso.

Bari, sassi contro bus con tifosi del Brescia. Un 50enne trasportato in ospedale.

Come scrive repubblica.it, edizione di Bari, dopo la sassaiola un tifoso del Brescia di 50 anni è stato portato in ospedale per accertamenti perché era in stato di agitazione dopo essere caduto. Va verificato se sia caduto scendendo dall’autobus, oppure, come raccontato da alcuni testimoni, se sia stato investito da un’auto di passaggio o da uno dei mezzi con a bordo i tifosi del Bari che si sono dileguati dopo aver lanciato i sassi.

Bari batte Rotonda e festeggia la promozione in Serie C.

Il Bari ha vinto 2-1 l’ultima gara interna della stagione contro il Rotonda, davanti ad un San Nicola gremito da circa ventimila spettatori per una giornata diventata vera festa per il ritorno tra i professionisti del club. I pugliesi sono passati vantaggio al 7′ con Floriano, pari degli ospiti al 25′ della ripresa con una rete rocambolesca di Chiavazzo. Il gol partita e’ stato siglato dal bomber Simeri a 2′ dal termine.

Al termine della gara e’ stata consegnata al capitano Brienza e al presidente Luigi De Laurentiis la coppa riservata al club vincitore del campionato. Poi i giocatori hanno festeggiato sotto la curva nord il traguardo raggiunto.
Fonti: La Gazzetta dello Sport, La Repubblica di Bari e Ansa.