Serie B, Bari: dalla disciplinare penalizzazione di due punti

Pubblicato il 18 settembre 2012 18:06 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2012 19:32

Bari (LaPresse)

BARI – La Commissione Disciplinare nazionale ha inflitto oggi al Bari Calcio (Campionato di serie B) la sanzione di due punti di penalizzazione per la stagione in corso e una inibizione di tre mesi all’ex amministratore unico, Francesco Vinella: il provvedimento e’ la conseguenza del deferimento del club pugliese per ”per non aver documentato agli Organi federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati per le mensilita’ di aprile, maggio, giugno, ottobre, novembre e dicembre 2011, nonche’ di gennaio, febbraio e marzo 2012, nei termini stabiliti dalla normativa federale”.

La societa’ pugliese si attendeva tre punti di penalizzazione, ma la Commissione Disciplinare ha riconosciuto l’attenuante per il club di aver ricevuto dall’Agenzia delle Entrate una rateizzazione per i pagamenti delle imposte relative ai due trimestri del 2011. Nel dispositivo risulta infine prosciolto Piero D’Oronzo, ai tempi del deferimento procuratore speciale e legale rappresentante del Bari spa perche’ ”non e’ mai stato titolare del potere di rappresentanza generale della Societa’ AS Bari Spa, atteso e considerato che la procura speciale conferitagli in data 16 aprile 2011 dall’Amministratore unico e Legale rappresentante del sodalizio pugliese, Dott.Francesco Vinella, era espressamente limitata ai rapporti in ambito sportivo, con espressa esclusione degli atti di natura amministrativa che competevano in via esclusiva all’Amministratore unico”.

Il Bari, sommando le due penalizzazioni (meno sette punti) ricevute in questo avvio di stagione, conserva alla fine in classifica solo tre dei dieci punti conquistati sul campo (tre vittorie e un pari).