Barton ha visto la luce: “Mi farò prete dopo il calcio”

Pubblicato il 22 novembre 2011 13:09 | Ultimo aggiornamento: 22 novembre 2011 13:09

Joey Barton (LaPresse)

Joey Barton, all’anagrafe Joseph Anthony Barton, ha destato scalpore mediatico nelle ultime settimane in Gran Bretagna per alcune sue dichiarazioni.

Il capitano del QPR, società di calcio inglese, è apparso deciso: “Sono stato un cattivo ragazzo, non ho condotto sempre una vita d’atleta, ma adesso ho capito che bisogna vivere in modo diverso. Amo il calcio e per questo motivo voglio continuare ancora diversi anni ma appesi i scarpini al chiodo mi piacerebbe fare il prete cattolico per aiutare i ragazzi che hanno perso la retta via.  Io ci sono passato prima di loro e saprei come aiutarli”.

Joey Barton è cresciuto nelle giovanili del Manchester City, squadra con cui ha fatto il suo esordio come calciatore professionista. In prima squadra è restato ben 5 anni, nei quali ha messo insieme, in Premier League, 130 gare e 15 gol.
Nel luglio 2007 si è trasferito al Newcastle, voluto fortemente da Sam Allardyce, per l’importante cifra di 5,8 milioni di sterline, pari a 7,9 milioni di euro.

Il 7 febbraio 2007 ha realizzato il suo sogno: esordire con la nazionale maggiore, subentrando al 78° minuto a Steven Gerrard nell’ amichevole persa 1-0 contro la Spagna dall’Inghilterra.