Basket, Acea Roma rinuncia all’Eurolega: “Non ce la possiamo permettere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2013 17:11 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2013 17:11
Gigi Datome, capitano dell'Acea Roma (foto LaPresse)

Gigi Datome, capitano dell’Acea Roma (foto LaPresse)

ROMA – Prima la delusione per lo scudetto sfumato in finale, subito dopo un’altra delusione. Roma del Basket dice no all’Eurolega, la massima competizione europea.

”Rinunciamo formalmente al diritto di partecipare all’Eurolega. Il presidente Toti ha deciso di compiere questo gesto con la morte nel cuore”. Con queste parole il general manager della Virtus Roma, Nicola Alberani, in conferenza stampa al posto del presidente Claudio Toti (inibito) ha comunicato la rinuncia a disputare la prossima Eurolega di basket da parte della squadra vice campione d’Italia. I virtussini hanno invece chiesto una wildcard per partecipare all’Eurocup: ”Sono ottimista – ha detto il dirigente -. C’è voglia di portare in Europa il marchio di Roma e le trasferte sono meno proibitive”.

Alberani ha spiegato che i motivi che hanno portato la società alla rinuncia sono principalmente economici: ”L’Eurolega vuol dire andare a giocare al PalaEur e saremmo l’unica squadra a spendere di più a giocare in casa che in trasferta”, ha sottolineato. Inoltre, ”una serie di appelli del presidente sono caduti nel vuoto. Lui ha iscritto la squadra al campionato come gesto d’amore contro tutto, tutti ed anche il buonsenso”.

”Quest’anno abbiamo costruito una squadra divertente e ci siamo tolti delle soddisfazioni ma non c’e’ stato riscontro – ha aggiunto -. E’ necessario quindi un gesto di responsabilità: in questo momento non siamo in grado di passare dalla struttura attuale a quella dell’Eurolega”. La Virtus ”virtuosa” della prossima stagione ripartirà probabilmente dallo sponsor Acea. Mentre sul piano tecnico, il roster sarà tutto da ricostruire e perderà giocatori del calibro di Gani Lawal che ”ha grande mercato” e, probabilmente, di capitan Gigi Datome che ”sta considerando altissimi obiettivi” ed è in profumo di Nba.

”Può rimanere con noi? Qualche speranzella c’e”’, ha ammesso il general manager che conta di trattenere anche coach Marco Calvani. ”Lo incontrerò nei prossimi giorni e ci parleremo – ha concluso -.C’e’ la voglia di tenerlo? Assolutamente si”’. .