Basket, playoff Serie A: Varese e Sassari da battere. Roma la sorpresa, Milano mina vagante

Pubblicato il 9 Maggio 2013 11:53 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2013 11:54
Basket, playoff Serie A: Varese e Sassari da battere. Roma la sorpresa e Milano

Un canestro del Varese basket (foto LaPresse)

ROMA – Archiviata la regular season, questa sera partono i playoff del campionato italiano di basket di Serie A con gara uno dei quarti di finale. 

La grande novità è che Siena non è più la favorita per la conquista del titolo dopo sei successi consecutivi. Varese e Sassari sono le squadre più accreditate per la conquista del tricolore.

Roma potrebbe essere la sorpresa di questi playoff, mentre Milano ha dimostrato una certa discontinuità nel corso del campionato e per questo motivo risulta essere la mina vagante della competizione.

Andiamo ad analizzare le quattro sfide nel dettaglio.

Varese (1)-Venezia (8) 
I lagunari hanno poche possibilità di vincere il tricolore ma sono gli unici  ad avere battuto due volte su due (l’ultima proprio domenica) la capolista in regular season.

Ma Varese è la favorita per il passaggio del turno perchè è una squadra  solida e spettacolare, ha il secondo miglior attacco (84p di media), ma anche seconda in rimbalzi e stoppate, e prima nei recuperi.

Milano (4)-Siena (5) 
Gli organi d’informazione hanno parlato giustamente di una finale anticipata.

Milano favorita  per la crescita di Alessandro Gentile, l’innesto di Mensah Bonsu sottocanestro, la profondità della rosa. Siena, dopo il successo in Coppa Italia proprio al Forum di Assago, è andata in calando, con l’eliminazione dall’Eurolega e un modesto 7v-8p in campionato.

Sassari (2)-Cantù (7) 
Sassari grande favorita in questa sfida. I sardi hanno un roster completo con Becirovic e Gordon che portano esperienza, tecnica ed atletismo. Il resto dovranno farlo i cugini Diener e l’entusiasmo del pubblico sardo. Cantù ha innestato il solido Ragland, ma dall’addio di Markoishvili la magia canturina sembra svanita.

Roma (3)-Reggio Emilia (6) 
Roma è la grande sorpresa di questo campionato. Ha rischiato di non iscriversi al campionato, era data per possibile retrocessa ad inizio stagione.   Invece la squadra  di coach Calvani ha  conquistato il terzo posto   in regular season.

Reggio è l’altra sorpresa, plasmata da Menetti all’insegna di solidità, duttilità ed estro. Serie all’insegna dell’incertezza, che potrebbe davvero arrivare alla settima partita.

Ma adesso non è più tempo di pronostici e sarà il campo a dare i suoi verdetti.