Basket: Roma batte Teramo ed avvicina i Play-Off

Pubblicato il 4 Aprile 2011 9:27 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2011 9:27

ROMA- Una vittoria indispensabile per continuare ad inseguire un posto nei play-off e cancellare le due sconfitte di fila a Cremona e Varese.

Almeno davanti al pubblico di casa del PalaLottomatica, la Virtus Roma non perde un colpo. Contro il fanalino di coda Teramo (reduce dal successo in extremis su Avellino), la squadra di coach Filipovski coglie, infatti, la quarta vittoria consecutiva in casa (76-60) che rilancia le ambizioni della formazione capitolina, alle prese con una stagione fin qui molto al di sotto delle attese.

La gara contro Teramo resta in equilibrio soltanto per 10′, quando Roma (prima di Dedovic, e con Giachetti e Crosariol in panca ma solo per onor di firma) si deve aggrappare a Dasic, che segna otto dei primi dieci punti della Virtus, per restare davanti agli avversari: eccezion fatta per il montenegrino, la Lottomatica delude (0/4 da tre) anche per merito di Zoroski e compagni, che se la giocano a viso aperto e in transizione trovano ampi spazi che valgono il sorpasso alla fine del primo quarto (18-19), anche se il margine potrebbe esssere addirittura più ampio senza i troppi errori dalla lunetta (1/6 per gli abruzzesi).

Poi, pero’, la musica cambia: Filipovski registra la difesa, costringendo gli avversari a forzare le conclusioni dal campo (2/13), e Roma piazza un parziale di 19-7 che crea il solco decisivo e porta la Virtus avanti 37-26 all’intervallo lungo. Gli italiani di Roma, che piazza quattro giocatori in doppia cifra, si fanno valere: Datome (16 punti), Gigli e Vitali crescono alla distanza, cosi’ come e’ apprezzabile l’apporto di Traore’ (14 punti).

Teramo fa fatica e, nonostante qualche timido tentativo di Diener, resta a distanza: 58-44 a fine terzo quarto, dopo che la squadra di Ramagli era stata anche sotto di 17. Il finale, per Roma, è una passerella: Teramo esce tra gli applausi dei 200 tifosi giunti nella capitale, ma i 20 punti di Zoroski servono a poco e lasciano la formazione abruzzese all’ultimo posto in compagnia di Brindisi, che dovra’ recuperare la gara di Siena contro il Montepaschi.