Basket: Shaquille O’Neal accusato di aver commissionato omicidi

Pubblicato il 18 Luglio 2011 21:16 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2011 21:16

Shaquille O'Neal (Foto LaPresse)

LOS ANGELES – La star del basket Usa Shaquille O’Neal? “Un boss che ordina di uccidere chi gli manca di rispetto”. A dipingerlo così, in una denuncia presentata al Tribunale superiore della Contea di Los Angeles è Robert Ross, ex membro di una gang e in passato amico dell’ex centro di Lakers, Heat e Celtics.

Ross accusa Shaq di aver organizzato il suo rapimento da parte di un’altra gang nel 2008 e nella denuncia, pubblicata dal sito “Tmz”, racconta che l’ex giocatore avrebbe organizzato e finanziato una serie di omicidi e di brutali aggressioni.

In particolare O’Neal avrebbe ordinato a Ross di uccidere “il membro della Downtown Gangster Crips che gli aveva mancato di rispetto davanti alla moglie Shaunie” ma anche un “famoso produttore” e una donna che Shaq “aveva messo incinta e che aveva pagato per abortire”.

“Le bizzarre affermazioni di Robert Ross nella sua denuncia sono pura finzione – la replica di Michael J. Kump, legale di Shaq – O’Neal ha offerto la sua amicizia a Ross per provare ad aiutarlo a dare una svolta alla sua vita ma Ross, purtroppo, ha abusato di questa amicizia più e più volte. L’impegno di Shaquille al fianco delle forze dell’ordine è ben noto e documentato, queste accuse diffamatorie non meritano risposta”.