Alessandro Bastoni, ecco chi è il calciatore lanciato a sorpresa da Conte

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 28 Settembre 2019 18:07 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2019 18:07
Bastoni Sampdoria Inter chi è calciatore lanciato Conte

Bastoni nella foto di archivio dell’Ansa

GENOVA – Antonio Conte ha sorpreso tutti e ha deciso di lanciare nella mischia Alessandro Bastoni in una partita importante come Sampdoria-Inter. Spieghiamo di seguito chi è il talentino classe 1999 che ha stregato l’ex allenatore di Juventus e Chelsea. 

Alessandro Bastoni ha 20 anni e nella vita fa il difensore centrale. E’ un calciatore di grande talento che nonostante la giovanissima età ha già giocato 33 partite tra i professionisti mettendo a segno 1 gol. Prima di oggi, non aveva ancora debuttato con la maglia dell’Inter ma aveva già giocato in Serie A con le maglie di Atalanta e Parma. Per gli addetti ai lavori, è un predistinato perché nonostante sia un classe 1999 ha già convinto tutti nelle sue esperienze passate con Parma e Atalanta. 

Bastoni ha già giocato con tutte le Nazionali Giovanili ed è già stato convocato da Roberto Mancini per la Nazionale A anche se non è ancora riuscito a debuttare.

Gioca in pianta stabile nelle nazionali giovanili azzurre, a partire dall’Under-15.

Nel 2016 con l’Under 17 partecipa all’Europeo Under-17 in Azerbaigian. 

Esordisce con l’Under-21 l’11 ottobre 2018, a 19 anni, subentrando a Romagna nel secondo tempo della partita amichevole persa 1-0 contro il Belgio ad Udine.  Il 25 marzo 2019 segna la sua prima rete in Under-21, nella partita amichevole pareggiata 2-2 contro la Croazia a Frosinone. 

Viene convocato per l’Europeo Under-21 2019 ospitato dall’Italia,  dove subentra a Bonifazi nel finale della prima partita e disputa da titolare le due gare successive al fianco di Gianluca Mancini.

Come detto in precedenza, Bastoni è già stato convocato da Roberto Mancini. Il 1º febbraio 2019 viene convocato per la prima volta in Nazionale A, dal CT Roberto Mancini, per prendere parte allo stage del 4 e 5 febbraio in vista dell’avvio delle qualificazioni per l’Europeo 2020.

Questa convocazione è molto importante perché Mancini ha già convocato in passato dei calciatori che non avevano ancora debuttato in Serie A che ora sono giocatori affermati (vedi Zaniolo e Tonali).