Belgio, scoppia caso “calciopoli”: arrestato allenatore del Bruges

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 ottobre 2018 13:55 | Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2018 13:57
Belgio, scoppia caso "calciopoli": arrestato allenatore del Bruges

Belgio, scoppia caso “calciopoli”: arrestato allenatore del Bruges

BRUXELLES (BELGIO) – Una raffica di perquisizioni è stata realizzata in una dozzina di club di calcio della serie A belga in quella che si prefigura come una ‘calciopoli‘ del Belgio. La magistratura indaga su vari reati come il riciclaggio e la corruzione. Su richiesta del giudice istruttore 13 perquisizioni sono state effettuate anche all’estero. Lo ha reso noto la procura federale.

Oltre che su illeciti finanziari, gli inquirenti, secondo la stampa locale, stanno indagando anche per verificare se ci siano state partite truccate. In tutto le perquisizione eseguite finora in Belgio sono state 44 e hanno coinvolto la maggior parte delle squadre della prima divisione (la nostra serie A).

La procura federale ha confermato che sono state fermate e interrogate diverse persone tra cui l’attuale allenatore del Bruges, Ivan Leko, un ex dirigente dell’Anderlecht, Herman Van Holsbeeck, gli arbitri Bart Vertenten e Sabastian Delferioere nonchè uno dei principali procuratori operanti nel mercato calcistico belga, Mogi Bayat.