Berlusconi al telefono con Biscardi: “Ibra? Io non l’ho sgridato, altri sì”

Pubblicato il 11 Aprile 2011 23:05 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2011 23:07
berlusconi stadio

Silvio Berlusconi allo stadio (foto LaPresse)

MILANO – Silvio Berlusconi non ha ‘tirato le orecchie’ direttamente a Ibrahimovic ma qualcun’altro all’interno del Milan lo ha fatto. Il presidente del Consiglio è intervenuto telefonicamente lunedì  sera al ‘Processo di Biscardi’ in onda su 7Gold. Berlusconi sottolinea il momento positivo di Pato: ”Il Milan è una squadra che è uscita fuori da un periodo di incidenti anche grazie all’ampia rosa che avevamo approntato e che ci ha consentito di schierare in campo una squadra agguerrita. Siamo in testa alla classifica, inseguiti da questo straordinario Napoli. Il nostro obiettivo è arrivare alla fine del campionato rimanendo in testa alla classifica”.

Elogi per il portiere al quale da un voto molto alto e alla difesa con Thiago Silva e Nesta sempre ad alti livelli. Il premier riconosce il momento negativo che sta attraversando Ibrahimovic e, ancora una volta, conferma la sua ammirazione per Robinho: ”È un giocatore che amo molto vedere in campo, perché sa mettere in difficoltà le difese ed è capace anche di segnare. Con Ibra squalificato credo che l’allenatore lo utilizzerà come seconda punta”.

Infine, sul rush finale-scudetto giudica Napoli e Inter alla pari: ”Sono due avversari temibili, ma è il Milan ad avere nelle sue mani il proprio destino”.