Manchester City, Bernardo Silva rischia 6 giornate di squalifica per tweet su Mendy

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 3 Ottobre 2019 18:53 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2019 18:53
Bernardo Silva tweet Mendy Manchester City rischia squalifica lunga

Il tweet di Bernardo Silva su Mendy

MANCHESTER – In casa Manchester City, è scoppiato il caso Bernardo Silva. Il centrocampista è stato ritenuto colpevole dalla Federazione Inglese di calcio per un tweet, che nelle sue intenzioni era scherzoso, nei confronti del compagno di squadra Benjamin Mendy. 

Bernardo Silva ha paragonato Benjamin Mendy al protagonista di uno spot pubblicitario di diversi anni fa. Secondo la Federazioni Inglese di calcio, il centrocampista del Manchester City ha violato la regola E3(1) del regolamento della FA. In altri termini, secondo la Federazione ha insultato il suo compagno di squadra con l’aggravante dei riferimenti a razza o colore della pelle di Mendy. 

Insomma, la Federazione Inglese non ha voluto sapere niente delle sue presunte intenzioni ironiche. La FA non ha voluto ascoltare nemmeno le dichiarazioni di Guardiola e Mendy, che si erano schierati dalla parte di Bernardo Silva.

Il calciatore è stato dichiarato colpevole, ha tempo fino al 9 ottobre per fare ricorso, in caso contrario potrebbe essere squalificato fino ad un massimo di sei giornate di Premier League.  

Bernardo Mota Veiga de Carvalho e Silva, noto semplicemente come Bernardo Silva (Lisbona, 10 agosto 1994), è un calciatore portoghese, ala o centrocampista del Manchester City e della nazionale portoghese.È un’ala destra, che può giocare anche da trequartista e centrocampista centrale o come esterno offensivo sulla fascia sinistra.

Mancino naturale molto abile tecnicamente con il pallone, preferisce costruire il gioco invece di impuntarsi sul dribbling. Cresciuto nelle giovanili del Benfica, ha esordito con la prima squadra il 19 ottobre 2013, in occasione dell’incontro di Taça de Portugal vinto per 1-0 contro il Cinfães.

È stato nominato per quattro volte (ottobre 2013, dicembre 2013 e gennaio 2014) giocatore del mese della Segunda Liga. Successivamente, si è trasferito al Monaco, nel campionato francese, dove ha spiccato il definitivo salto di qualità nel calcio che conta. Le prestazioni con il Monaco, gli sono valsi il passaggio al Manchester City. Il resto, è storia recente (fonti Fox Sports e Wikipedia).