Cristiano Biraghi nella bufera per i parastinchi, tifosi dell’Inter lo attaccano: “E’ slogan fascista”. Lui smentisce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2019 18:46 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2019 18:46
Cristiano Biraghi nella bufera per i parastinchi, tifosi dell'Inter lo attaccano: "E' slogan fascista"

I parastinchi di Cristiano Biraghi nel fermo immagine di Sky Sport durante Inter-Barcellona di Champions League

MILANO – Cristiano Biraghi finisce nella bufera per i parastinchi personalizzati usati durante il match di ieri sera contro il Barcellona che ha sancito l’eliminazione dell’Inter dalla Champions League. Come scrive adnkronos.com, il difensore nerazzurro è finito in un’inquadratura tv mentre si sistemava i parastinchi, sui quali compaiono la scritta in latino ‘Vae Victis’ (‘Guai ai vinti’) a caratteri maiuscoli e un elmo da legionario sopra allo scudo tricolore.

Qualcuno ci ha letto un richiamo all’ideologia fascista e sui social è montata subito la polemica. Poche ore dopo, stando a quanto riferito da milano.repubblica.it in un articolo a firma di Franco Vanni, il calciatore e l’Inter hanno smentito categoricamente ogni collegamento tra i parastinchi di Biraghi ed il fascismo: “Nessun riferimento politico”.

Questo chiarimento dell’Inter e di Biraghi è stato necessario perché in tanti si sono scagliati contro il giocatore dei nerazzurri dopo l’eliminazione della squadra dalla Champions League per mano del Barcellona. “Pessimi, indegni i parastinchi fascisti di Biraghi, ben inquadrati dalla telecamera involontariamente”, “Calcio balilla”, sono alcuni dei commenti circolati su twitter. 

L’Inter ha perso 2 a 1 con il Barcellona, con gol di Lukaku, Perez e Ansu Fati, ed è stato eliminato dalla fase a gironi della Champions League. I nerazzurri ripartiranno dai sedicesimi di finale di Europa League perché hanno concluso il girone di Champions League al terzo posto (fonte adnkronos.com).