Bologna-Crotone streaming e diretta tv, dove vederla (Serie A)

Pubblicato il 4 novembre 2017 19:26 | Ultimo aggiornamento: 4 novembre 2017 19:27
bologna-crotone-streaming

Bologna-Crotone streaming – diretta tv, dove vederla (Serie A)

Bologna-Crotone, partita valida per il campionato italiano di calcio di Serie A, IN DIRETTA TV, ORARIO, DOVE VEDERLA IN STREAMING, DOVE VEDERLA SU PC.

Bologna-Crotone CLICCARE QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA PARTITA – Bologna-Crotone (orario 18:00), partita valida per il campionato italiano di calcio di Serie A (classifica e calendario), verrà trasmessa in diretta tv su Sky Sport  e in diretta streaming su SkyGo (applicazione che possono utilizzare gli abbonati di Sky Sport per vedere la partita su pc, cellulari e tablet).

Bologna Calcio-Crotone Calcio. Le formazioni ufficiali:
BOLOGNA (4-3-3): Da Costa; Krafth, Gonzalez, Helander, Masina; Poli, Crisetig, Donsah; Verdi, Palacio, Federico Di Francesco.
CROTONE (4-4-2): Alex Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Simic, Pavlovic; Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian; Budimir, Trotta.

Dimostrare equilibrio e più coraggio fuori casa. E’ la ricetta che, secondo Davide Nicola potrà permettere al Crotone di fare risultato in trasferta. La squadra calabrese, che sabato alle 18.00 giocherà allo Stadio “Dall’Ara” contro il Bologna, fuori casa ha finora raccolto solo un punto (il pareggio con la Spal) dei nove in classifica.

Sabato potrebbe sfruttare l’occasione della crisi del Bologna che è reduce da tre sconfitte di fila. “Perdere in Serie A – afferma Nicola nella conferenza stampa alla vigilia della partenza per l’Emilia Romagna – è la cosa più semplice perché la qualità del campionato è elevata. A me non interessano i risultati fatti dagli altri, e neppure quelli che abbiamo fatto noi: a me interessa quello che dovremmo fare nelle prossima gara”. L’allenatore del Crotone ha rivisto allenarsi in gruppo Martella e Tonev, mentre Rohden è a parte.

“Io non temo il Bologna – aggiunge – ma è una squadra che ha fatto 14 punti e qualcosa vorrà pur dire. E’ una squadra che non c’entra con la lotta per la salvezza e per questo va presa con dovuta attenzione e considerata come una grande squadra”. Per la sfida l’allenatore dice solo che “stiamo lavorando su alcune situazioni per poter affrontare al meglio la sfida”.

Per questo sono stati provati in questi giorni di allenamento diversi schieramenti” e lascia intendere che potrebbero esserci alcuni cambi nella formazione iniziale rispetto a quella vista con la Fiorentina.

“Potremmo invertire la marcia in trasferta – conclude Nicola – quando saremo consapevoli che alcune dimostrazioni di equilibrio e di coraggio possiamo metterle tranquillamente in campo anche fuori casa. Ci vuole un po’ di tempo”.

La classifica marcatori del campionato italiano di calcio di Serie A.

– 14 reti: Immobile (5 rigori-Lazio). – 11 reti: Icardi (4-Inter) e Dybala (1-Juventus). – 10 reti: Mertens (3-Napoli). – 7 reti: Dzeko (Roma). – 6 reti: Higuain (Juventus); callejon (Napoli); Quagliarella (2-Sampdoria); Thereau (3-Udinese/Fiorentina).

– 4 reti: Inglese (1-Chievo); Perisic (Inter); Suso (Milan); Insigne (Napoli); D.Zapata (Sampdoria); Iago Falque (Torino); Pazzini (4-Verona). – 3 reti: Cristante, A. Gomez (2-Atalanta); Joao Pedro (1-Cagliari); Bennasi e Simeone (Fiorentina); Khedira (Juventus); Bastos, Luis Alberto e Parolo (Lazio); Kalinic (Milan); El Shaarawy (Roma); Caprari e Linetty (Sampdoria); Belotti e Ljajic (Torino); De Paul (Udinese).

– 2 reti: Caldara, Cornelius, Freuler, Kurtic, Ilicic e Petagna (Atalanta); Palacio (Bologna); Barella e Pavoletti (Cagliari); Birsa e Castro (Chievo); Rohden (Crotone); Babacar (1) e Chiesa (Fiorentina); Galabinov (1), Pellegri e Taarabt (Genoa); Perisic e Skriniar (Inter); Bernardeschi, Cuadrado, Pjanic e Mandzukic (Juventus); De Vrij, Marusic e Milinkovic-Savic (Lazio); Kessie’ (1) e Cutrone (Milan); Allan, Ghoulam, Koilibaly e Zielinski (Napoli); Kolarov (Roma); Kownacki e Torreira (Sampdoria); Politano (Sassuolo); Antenucci e Paloschi (Spal); Obi (Torino); Barak, Maxi Lopez e Lasagna (Udinese).

– 1 rete: Ciciretti, D’Alessandro, Iemmello (1) e Lazar (Benevento); Di Francesco, Donsah, Okwonkwo, Poli, Verdi (Bologna); Cacciatore, Faragò, Pavoletti, Sau (Cagliari); Bastien, Hetemaj, Pelissier, Pucciarelli e Stepinski (Chievo); Budimir, Mandragora, Martella, Simy, Trotta e Tumminello (Crotone); Astori, Badelj, Gil Dias, Pezzella e Veretout (Fiorentina); Izzo, Laxalt e Rigoni (Genoa); Borja Valero, D’Ambrosio e Vecino (Inter); Rugani, Alex Sandro e Douglas Costa (Juventus); Lulic e Nani (Lazio).

Calhanoglu, Montolivo e Rodriguez (1-Milan); Jorginho (1), Milik e Rog (Napoli); Florenzi, Nainggolan e Perotti (1) (Roma); Alvarez e Ferrari (Sampdoria); Berardi (1), Falcinelli, Matri (1) e Sensi (Sassuolo); Borriello, Lazzari, Rizzo, Schiattarella e Viviani (Spal); Baselli e De Silvestri, (Torino); Danilo, Fofana, Jankto, Nuytinck, Samir, Stryger (Udinese); Kean, Perica, Romulo e Verde (Verona).

– 1 autorete: Lucioni e Venuti (Benevento); Cesar e Hetemaj (Chievo); Zukanovic (Genoa); Handanovic (Inter); Pjanic (Juventus); Lulic (Lazio); Salamon (Spal); Hallfredsson e Samir (Udinese); Souprayen (Verona).